Ritorna il bonus da 60 euro per tutti coloro che hanno un abbonamento di trasporto pubblico locale e ferroviario.

La differenza rispetto a quello precedente è che questi sarà destinato solo a coloro che hanno un reddito inferiore a 20mila euro.

Quello precedente arrivava a 35mila.

 Lo prevede il decreto sulla trasparenza dei prezzi della benzina che per l’intervento stanzia 100 milioni di euro.

Il buono reca il nominativo del beneficiario, è utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento, non è cedibile, non costituisce reddito imponibile e non rileva al fine del computo del valore dell’indicatore ISEE.

Come spiega il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il bonus può essere utilizzato acquistando un abbonamento entro il mese solare di emissione.

L’abbonamento può iniziare la sua validità anche in un periodo successivo.

Il bonus si può richiedere per sé stessi o per un beneficiario minorenne a carico, ad esempio il genitore può richiedere il bonus per il figlio minorenne.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!