Un docente di religione di Caccamo di 31 anni è stato accusato di aver mandato ai suoi allievi video e messaggi hard, seguiti anche da incontri, fuori dall’orario scolastico. Le accuse, ribadite nell’udienza preliminare svoltasi nei giorni scorsi a Piacenza, sono di violenza sessuale con l’aggravante della minore età delle vittime, i suoi allievi. In tutto, i capi di imputazione sono 14, tra cui anche lo stalking e le molestie, a discapito di 11 suoi allievi di una scuola superiore di Piacenza

All’udienza, presieduta dal giudice Sonia Caravelli, si sono presentati sette dei giovani coinvolti ed è stato citato anche il Ministero dell’Istruzione e del Merito, che si fa carico del risarcimento del danno alle vittime in caso di condanna. 

Il professore risulta al momento ancora indagato ed è difeso dall’avvocato Francesco Gueli. Precedentemente era stato sottoposto ai domiciliari, ora soltanto all’obbligo di firma. I fatti risalgono al 2021, quando subito il docente era stato sospeso dalla scuola, a seguito delle segnalazioni degli studenti

Le indagini sono state seguite dalla Procura e coordinate dal sostituto procuratore Antonio Colonna. Sono stati sentiti i ragazzi e sono stati acquisiti i loro cellulari contenenti i messaggi che il professore avrebbe usato per contattare i giovani.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!