Il paese di Polizzi Generosa coinvolto in un progetto teatrale di teatro libero




Polizzi Generosa coinvolta in un progetto di teatro libero che offre una possibilità culturale  di accostamento al mondo dello spettacolo creando momenti di socializzazione, del superamento di una possibilità timidezza attraverso lo slancio e l’apertura verso il pubblico scoprendo propensioni e doti naturali di attori

Buona parte dell’area che ricade nel territorio del parco delle Madonie, nel corso degli ultimi decenni, ha avuto un forte impoverimento di offerta culturale di opportunità lavorativa. Città che rischiano un visibilità culturale e che nei periodi soprattutto autunnali e invernali, si svuotano non garantendo sbocchi professionali ed attività economiche.

Il progetto “Le città nascoste” , seguito dal regista ed  attore Luca Mazzone, intende agire attraverso laboratori di formazione coinvolgimento del pubblico negli scenari urbani. Sono tre le città coinvolte che rappresentano centri dalla forte poliedrica identità legata a tradizioni e storia quali Polizzi Generosa, San Mauro Castelverde e Castelbuono. Un triangolo immaginario che si viene dunque a creare che traccia storie, patrimoni culturali, vocazioni e tradizioni diverse.

Prendendo a pretesto il racconto e l’architettura del romanzo di Calvino “Le città invisibili”, il progetto del teatro libero intende sviluppare e realizzare diversi azioni che si articolano in più sezioni: la città e la memoria, la città il desiderio, la città e i segni, la città nel palcoscenico.

L’idea è quella di stimolare una certa interazione tra la cittadinanza dei territori attraversati e gli artisti del progetto, alcuni dei quali provenienti dagli stessi territori. Un’interazione che prevede appunto la scrittura drammaturgiche con il coinvolgimento del pubblico, che mirano a sostenere ed a promuovere la professionalizzazione delle giovani maestranze del territorio attraverso  l’accostamento a professionisti che garantisce così un riequilibrio culturale sull’offerta dello spettacolo dal vivo in un periodo che intercorre dal 17 settembre al 13 novembre. Le azioni di teatro di comunità che coinvolgono le diverse generazioni precedenti, sono anche mosse per  stimolare anche all’incoming turistico ed alla presenza di un pubblico proveniente da altri settori, con una evidente ricaduta di sostenibilità economica.  

Teatro Libero, vincitore del bando periferia finanziato dal Ministero della cultura e promosso dalla città di Palermo e dalla città metropolitana di Palermo, in collaborazione con i comuni delle città di Polizzi Generosa, di San Mauro Castelverde, di Castelbuono e in partnership con l’associazione i trovatori di Castelbuono, la banda musicale di San Mauro Castelverde, la fondazione Borgese di Polizzi Generosa, una sezione è dedicata al desiderio, al sogno di un progetto shakespeariano ideato e curato da Giuseppe Pestillo, che intende riscrivere “La tempesta”, attraverso una forma di teatro sociale che coinvolge la cittadinanza delle tre città in un percorso in cui il pubblico può trovare una valida interazione utilizzando una struttura idonea come quella del Cinema-Teatro Cristallo di Polizzi, l’Auditorium San Francesco e come il Teatro Comunale e Sala Badia di San Mauro Castelverde, il Teatro Astra e Parco delle Rimembranze di Castelbuono.

In scena ieri ” La tempesta” che fa già riportato grande successo e partecipazione: tra gli attori, anche il gruppo Auser di Polizzi.

Himeralive.it-IMG_20221009_185454

Immagine 1 di 5


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!