Dimesso il bimbo del Burundi operato in Sicilia: ora è salvo e potrà tornare alla sua vita




“Elky, il nostro piccolo amico del Burundi, che aveva una grave
malformazione al cuore interventricolare, che l’Onlus AiutiamoilBurundi
ha permesso di far giungere in Sicilia, insieme alla sua mamma, e che è
stato operato dall’equipe del professor Agati presso il Centro di
Cardiochirurgia Pediatrica di Taormina, ieri è uscito dall’ospedale e,
grazie all’intervento eseguito, sarà un bimbo normale, avrà una vita
simile a tanti suoi coetanei, tornerà a giocare e a correre”. Lo
dichiara il commissario regionale della Dc, Totò Cuffaro.

“Ieri siamo andati a prendere Elky dall’ospedale e lo abbiamo affidato
alle cure della Casa famiglia Regina Elena di Messina, affinchè possa
trascorrere la convalescenza, accudito dai sanitari, per poi tornare in
Burundi il prossimo 21 gennaio”, aggiunge Cuffaro.

“Elky ha avuto la fortuna di poter essere operato, noi vorremmo che
tanti altri bambini potessero avere la sua stessa fortuna. Stiamo
lavorando affinchè ciò avvenga e abbiamo infatti presentato un disegno
di legge all’Ars, affinchè i medici possano recarsi in Burundi per
prestare la loro azione di volontariato e vorremmo inserire la
possibilità, per le persone che porteremo in Sicilia per essere curate,
possano essere ricoverate nei nostri ospedali senza trafile
burocratiche. Un modo semplice per aiutare la popolazione, ma di grande
valenza umanitaria”, aggiunge.

“È la cosa più bella e più giusta che una terra come la nostra possa
offrire. Insieme a voi e alla vostra generosità faremo tanti piccoli
passi avanti, dando a molti piccoli bambini come Elky la possibilità di
continuare a vivere. Facciamolo insieme e sarà più bello per tutti”,
conclude Cuffaro.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!