Violenza sessuale sulla spiaggia di Altavilla Milicia: un 33enne ai domiciliari




I Carabinieri della Stazione di Altavilla Milicia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Termini Imerese, su richiesta della locale Procura, nei confronti di un 33enne, accusato di violenza sessuale aggravata, rapina, danneggiamento, lesioni personali e porto di oggetti atti ad offendere.

Secondo l’ipotesi accusatoria, il giovane sarebbe il responsabile di una violenza sessuale denunciata lo scorso ottobre da una 36enne: sulla spiaggia di Altavilla Milicia, l’uomo avrebbe aggredito la vittima a scopo sessuale, mentre si trovava da sola, bloccandola sotto la minaccia di un coltello da cucina e sottraendole il cellulare e le scarpe. La donna avrebbe però reagito prontamente, divincolandosi e riuscendo così a fuggire; l’indagato si sarebbe quindi allontanato dal luogo del delitto, dopo aver tagliato gli pneumatici dell’auto della 36enne.

Un forte impulso all’attività investigativa, condotta dalla Stazione di Altavilla Milicia sotto la direzione della Procura della Repubblica di Termini Imerese, è stato fornito dalle dichiarazioni della stessa vittima, che ricordava con precisione la dinamica dei fatti e le fattezze dell’aggressore, tanto da riconoscerlo, dopo l’identificazione da parte dei Carabinieri, in sede di incidente probatorio.

Il G.I.P. ha disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

È obbligo rilevare che l’odierno indagato è, allo stato, solamente indiziato di delitto, pur gravemente, e che la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!