Termini Imerese, arriva l’inverno: ecco i proverbi siciliani

A cura di Nando Cimino

Condividi questo articolo




Oggi, almeno secondo il calendario, inizia l’inverno, ed è questo il giorno più corto dell’anno. Poi le giornate tenderanno pian piano ad allungarsi, ma il freddo incomincerà a farsi sentire sempre di più. E così, giusto per iniziare in maniera simpatica la nuova stagione, ho pensato di proporvi alcuni proverbi siciliani che ho trascritto nella variante in uso a Termini Imerese e che hanno per tema proprio l’inverno ed il freddo. Leggeteli con attenzione e magari, se ne conoscete altri, aggiungeteli pure.

Di quattru cosi nun tà fidari; suli d’invernu, negghia d’estati, amuri di fimmina e carità di frati.
U Signuri manna lu friddu a secunnu li panni.
Pi San Grazianu (giorno 18) la nivi è ‘ntà lu chianu.
Si senti friddu e ti quarii ca muggheri, aumenta la famigghia e criscinu i pinzeri.
Lu friddu e lu pitittu fannu lu mussu afflittu.
Unni u nuru va u friddu l’assicuta.
Quannu lu friddu stocca l’ossa li vecchi s’avvianu a la fossa.
Doppu Natali lu friddu e la fami.

Buon Inverno e Buone Feste a tutti.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it






Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!