Legumi e cereali si gustano a Contessa Entellina: il 18 dicembre la sagra che recupera le antiche ricette del territorio FOTO




La II Sagra dei legumi e cereali dei Monti Sicani  

Domenica 18 dicembre a Contessa Entellina (PA)

 

Ci saranno le lenticchie verdi, piccine e saporitissime, quasi pepate, dette “del Puy” dalla cittadina in riva alla Loira da dove arrivano. Il loro “viaggio” non si conosce perfettamente, fatto sta che nei terreni argillosi dei Sicani, hanno trovato il loro habitat naturale attorno a Contessa Entellina, che fa parte della rete dei Borghi dei Tesori promossa dalle Vie dei Tesori.

Ma ecco che si fanno avanti i ceci, ingrediente base di zuppe e minestre, ma che da qualche tempo sono impiegati anche per hamburger e polpette, ditelo ad un vegetariano e sarà felice.

Lenticchie, ceci, ma anche salsiccia e dolci tradizionali, si potranno gustare in piazza domenica prossima (18 dicembre) a Contessa Entellina (PA) dove la Proloco ha organizzato la seconda edizione della Sagra dei legumi e cereali dei Monti Sicani  che fa parte del programma di “Kuntisa” il brand nato per la promozione e rigenerazione dell’intero territorio.

Si sono messe in gioco e faranno conoscere i loro prodotti, sia le aziende agricole Terre di Entella e Altamore, che le due macellerie di Contessa Entellina e il panificio Dua Buke.

Wheat Field Ears Golden Wheat Close. Wallpaper.

Immagine 1 di 4

Attingendo dalle enormi  quarare,  in piazza Umberto I, già dalle 18,30 si potranno assaggiare la pasta con le lenticchie, i ceci con salsiccia, la pasta di grano antico Senatore Cappelli e i famosi pupi cu ficu, il dolce tradizionale la cui preparazione coinvolgeva intere famiglie contessiote: di fatto è un classico buccellato che però qui prende la forma più particolare e si riempie di fichi secchi, noci, mandorle, miele, cannella e persino un po’ di pepe di Mulinello.

La sera, la chiesa di Santissima Annunziata e Nicolò ospiterà un concerto dell’Accademia Palermo Classica.

 “Contessa Entellina è molto legata alle sue tradizioni – spiegano il sindaco Leonardo Spera e l’assessore alle attività produttive Carolina Lala – questa sagra ci permette non soltanto di fare conoscere i nostri sapori più autentici, ma anche di presentare i prodotti di un territorio ricco e ancora molto naturale, dove le ricette sono ancora quelle di una volta. E’ un ulteriore passo verso la proposta di un turismo slow, attento ad un territorio che ha sempre più voglia di “parlare” al viaggiatore”.

Ma il programma di Natale a Kuntisa non si ferma qui, anzi: sono pronti concerti, degustazioni, giocolieri, animazioni e l’immancabile tombola. Sette giornate di festa a Contessa Entellina, organizzate dall’amministrazione comunale, insieme alla Pro Loco Entella e alla Consulta dei Giovani.

Della sagra dei legumi si è detto; lunedì 19 arriva Babbo Natale con la sua magica slitta, che consegnerà regali in piazza Matrice. Giovedì 22 ancora musica con un concerto jazz di canzoni natalizie, interpretate da Maria Azarova.

Nel giorno di Santo Stefano, il 26 dicembre la classica tombola al Bar del Corso. Ma la sorpresa più grossa sarà da giovedì 29 dicembre quando in piazza Umberto I ritorneranno le quarare dove si preparerà la tradizionale “pecora bollita” secondo l’antica ricetta contadina. Il 30 è tempo di Wine Christmas, degustazione di vino e eccellenze locali, il 5 gennaio si chiude con “La Befana ha fatto bingo”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it






Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!