Stadio ” Renzo Barbera” di Palermo: espulsi dodici tifosi per rissa violenta




Il Questore di Palermo, a seguito degli accertamenti sviluppati dall’Ufficio Digos e dalla Divisione Anticrimine, ha emesso 12 Daspo nei confronti di altrettanti tifosi palermitani.

I provvedimenti rappresentano la decisa risposta della Polizia di Stato ad una violenta rissa scoppiata tra due fazioni interne alla stessa tifoseria rosa-nero.

I fatti, da cui traggono origine i Divieti del Questore, risalgono alla partita “Palermo vs Sudtirol”, valevole per il campionato di serie “B” e disputata lo scorso primo ottobre.

Nel corso del primo tempo di gioco, all’interno dell’anello superiore del settore Curva Nord dello stadio palermitano, diversi ultras appartenenti a due fazioni del locale tifo organizzato, si confrontavano con atti di ingiustificata violenza. La visione delle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza dell’impianto sportivo riportava scene di giovani tifosi che si colpivano a vicenda sferrando calci e pugni, facendo uso anche di cinture e aste di bandiere.

Il personale della Digos ha denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo ed alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, i responsabili accusati del reato di rissa aggravata .

Per l’inaudita violenza ingenerata sugli spalti dello stadio, agli autori, passati al vaglio della Divisione Anticrimine, il Questore ha vietato l’accesso ai luoghi interessati dalle manifestazioni sportive per una durata di tempo variabile da uno a due anni (anche in relazione alla minore età di alcuni corrissanti coinvolti).

Più dura la diffida del Questore nei confronti del leader di una delle due frange della tifoseria organizzata, allontanato dagli impianti sportivi per tre anni.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!