L’artista termitano Sergio D’Amore alla prima collettiva internazionale d’Arte in Sicilia




L’associazione “La Via dell’Arte”, con il patrocinio della Confederazione mondiale Ex Allievi del Don Bosco, ed il Patriarcato Abramitico, organizza dal 12 al 18 novembre 2022, la prima Collettiva internazionale d’Arte dal titolo: “Coloriamo il futuro per un mondo migliore”, che si svolgerà a Vittoria presso la “Villa San Bartolo” con l’inaugurazione prevista sabato alle ore 17:00.

L’iniziativa voluta dal direttore artistico Guccione Roberto ha come obiettivo quello di valorizzare il territorio poiché; “l’arte è la manifestazione della vita, della natura, del reale infinito di cui ogni artista con la sua opera cerca di rappresentare, così l’umanità si riconosce nella sua più alta essenza e nelle sue più nobili virtù”.

1

Immagine 1 di 3


Così nasce il titolo dell’opera del termitano Sergio D’Amore, invitato alla manifestazione di livello internazionale
“No alla guerra nucleare in Ucraina, per non dimenticare Hiroshima e Nagasaki.

Così l’artista aggiunge alla descrizione delle due opere pittoriche l’articolo 9 della costituzione giapponese che dichiara: “Il popolo giapponese rinuncia per sempre alla guerra come diritto sovrano della nazione e alla minaccia di un uso della forza per risolvere le dispute internazionali”; inoltre “i potenziali di forze terrestri, aeree o navali non saranno mai mantenuti”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!