Onore alla Sicilia dalla cronoscalata “La Castellana”

Franco Caruso ( Best Lap , Norma M20 FC #11)




Franco Caruso sul podio di Orvieto, Fazzino in top5 e tanti altri hanno onorato l’isola nella finale nazionale di Trofeo Italiano Velocità Montagna.

Settimo: -“La nostra regione ha uno dei tanti motivi di vanto in questa partecipata specialità

I piloti siciliani hanno brillato alla 49^ Cronoscalata La Castellana Orvieto, che domenica 23 ottobre è stata finale nazionale di Trofeo Italiano Velocità Montagna.

La gara Umbra ha fatto convergere in centro Italia i migliori piloti di CIVM da tutta la nazione. La Delegazione ACI Sport Sicilia è stata rappresentata da 10 piloti. Il Delegato/Fiduciario regionale Daniele Settimo ha seguito ogni fase della gara e son stati pronti i complimenti per le prestazioni ottenute.

Il bravo ed inossidabile ragusano Franco Caruso sulla Nova Proto NP 01-2 ha conquistato con molta bravura il 2° gradino del podio, grazie soprattutto ad una 2^ gara quanto mai tenace. Ancora una soddisfazione dal siracusano Luigi Fazzino che con l’Osella PA 2000 turbo è entra in top5, attaccato alle vetture di classe regina.

La classe non età e Giovanni Cassibba lo ha dimostrato chiudendo a ridosso delle top tn sulla Osella PA 30 Mugen. Ottimo successo in classe E2SS 1600 per il catanese di Giarre, Orazio Maccarrone su Gloria CP7 Suzuki. Dopo essere stato protagonista di vertice in gara 1 un problema tecnico ha privato della 2^ sfida Samuele Cassibba sulla nuova biposto Nova Proto con motore Sinergy.

I siciliani hanno brillato in gruppo E1 dove l’etneo Pietro Ragusa su Renault 5 GT Turbo ha chiuso al 2° posto e 1° tra le 1600 sovralimentate,​ con Giuseppe Maugeri al 2° posto.Altra prova di forza è arrivata dall’altro catanese Rosario Alessi che con la Peugeot 106 ha vinto la classe 1.6, appena alle spalle delle auto ben più potenti. In classe RS Plus 1600 bel confronto tra Filippo Cardillo, altro etneo e il messinese Salvatore Venuti, entrambi sule Peugeot 106. Ha vinto per pochi centesimi di secondo Cardillo, anche se Venuti è stato rallentato da una toccata in gara 1.

-“Siamo una regione ad alta vocazione per le salite ed i nostri piloti lo dimostrano con i risultati – ha dichiarato Daniele Settimo – nel 2022 abbiamo avuto diverse gare in Sicilia e tutte di ottimo livello, all’altezza sia dei nostri bravi driver, sia del pubblico esigente, come si conviene ad una regione che vanta piloti bravi come quelli siciliani, a cui vanno le congratulazioni dell’intera Delegazione per quanto ottenuto in un anno decisamente proficuo”-.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!