Patente di guida: ecco quando è necessario rinnovarla secondo la nuova legge




Per poter mantenere la propria patente di guida, è necessario sottoporsi regolarmente ad alcune prove e a visite mediche. Adesso la legge è cambiata riguardo alle fasce di età per cui sarà necessario sottoporsi ai controlli. La penale per il mancato rinnovo consiste in una multa che va da 158 a 638 euro, associato al ritiro della patente. 

Il primo rinnovo rimane invariato: sarà da effettuare dopo i primi dieci anni dal rilascio della patente. Per gli over 50 (fino a 70 anni) sarà necessario rinnovare il proprio documento di guida ogni 5 anni. Chi ha tra i 70 e gli 80 anni dovrà presentarsi per il rinnovo ogni 3 anni, mentre chi ha più di 80 anni dovrà presentarsi ogni due anni. 

Per rinnovare la propria patente bisogna recarsi presso un medico abilitato in una motorizzazione, presentando codice fiscale, patente e documento di identità. Sarà necessario dichiarare l’uso degli occhiali. Poi il medico accerterà la possibilità del rinnovo. È necessario anche pagare un bollettino e presentare una fototessera

Svolte tutte le pratiche e accertata la possibilità del rinnovo, il guidatore riceverà la nuova patente direttamente a casa entro 3/5 giorni dalla data di richiesta del rinnovo. Se la propria patente è già scaduta, durante l’attesa si può continuare a guidare previo rilascio di un apposito certificato da parte della motorizzazione. 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!