Lotta al caporalato, giovedì la campagna “Diritti negli occhi” al Festival delle Letterature migranti




La campagna anticaporalato della Regione Siciliana protagonista di una giornata del Festival delle Letteratura migranti. Giovedì 13 ottobre al Cinema De Seta, Cantieri Culturali alla Zisa (via Paolo Gili, 4) a Palermo, all’interno del Festival delle Letterature migranti, l’Ufficio speciale Immigrazione incontra le scuole. Dopo i saluti istituzionali, interverrà Michela Bongiorno, dirigente dell’Ufficio speciale Immigrazione, che presenterà la campagna regionale di informazione e sensibilizzazione contro lo sfruttamento dei lavoratori stranieri in agricoltura “Diritti negli occhi”, con il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole secondarie della provincia di Palermo. 
 
Si entra nel vivo del fenomeno del caporalato con la giornalista del Sole24Ore Valentina Furlanetto, autrice di “Noi schiavisti” (Laterza). Seguirà la proiezione dei video selezionati nell’ambito della prima e seconda edizione del contest “Oltre il ghetto. Storie di libertà” di Su.Pr.Eme. Italia: “BarConi. Processi rigenerativi nel quartiere Ballarò” e “Non basta una vita per imparare. La storia di Batch”.
 
Il programma mattutino alterna ai momenti di sensibilizzazione le testimonianze dei lavoratori e dei mediatori culturali, attraverso interviste e video che raccontano le attività svolte sui territori. 
Modererà gli interventi il giornalista Davide Camarrone, direttore artistico del Festival delle Letterature migranti. 
Infine, lo spettacolo narrativo di Salvo Piparo accompagnato musicalmente da Michele Piccione “I Cunti del Caporalato”, ispirato alle storie realmente vissute da ragazzi migranti sopravvissuti al viaggio migratorio, che oggi risiedono e lavorano legalmente nelle regioni del Sud Italia. 
 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!