Morte bimbo annegato a Termini Imerese: aperta un’inchiesta, avviso di garanzia ai genitori

Bryan Puccio



Per la morte del piccolo Bryan Puccio, deceduto lo scorso 2 giugno, annegato nelle acque dell’area industriale di Termini Imerese è stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo.

I genitori del piccolo si sono visti recapitare un avviso di garanzia. Si tratterebbe di “un atto dovuto” per provare a capire gli ultimi istanti di vita del bambino, se ci sono state colpe o negligenze, o se Bryan, in quei drammatici istanti, sia stato colto da un malore.

Sarà lesame autoptico, in programma per il prossimo 6 giugno, a stabilire la causa del decesso del piccolo di soli quattro anni, strappato alla vita mentre si divertiva al mare con altri bimbi in una calda giornata di festa.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.