Brillamento solare: blackout radio, previste tempeste geomagnetiche classe G2




La macchia solare AR2964 ha prodotto un brillamento di classe M2. L’evento è avvenuto l’11 marzo, ha causato un breve blackout radio a onde corte sull’Oceano Pacifico.  Gli effetti del brillamento saranno già stati notati dai radioamatori, per mezzo di un’insolita propagazione nelle frequenze inferiori a ~ 20 MHz.

Ecco i dati diffusi dal NOAA ed i rilevamenti dei satelliti

Il brillamento ha espulso della massa coronale (CME) che si sta dirigendo verso il nostro pianeta, gli scienziati hanno previsto l’arrivo del CME per il 13 marzo, con effetti prolungati anche il 14 marzo.

In questa sequenza registrata dal Solar and Heliospheric Observatory (SOHO) possiamo vedere la nube di particelle che viene espulsa dal Sole:

Il CME causerà delle tempeste geomagnetiche di classe G2 (ovvero moderate).
Ma fortunatamente nessun rischio per l’umanità, solo tanto stupore  e meraviglia grazie alle aurore boreali che si potranno osservare, che possono apparire anche molto più a sud rispetto ai due poli.

g2
Credit: SWPC NOAA

 

modello nasa

tempesta geomagnetica 13 14 marzo
Credit SWPC NOAA

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scrivi alla redazione!