Bonus Covid: va avanti la protesta degli operatori 118

La lettera Movimento Unito Dipendenti 118 Sicilia

Condividi questo articolo



Va avanti la protesta degli operatori del Movimento unito dipendenti 118 Sicilia che hanno scritto una lettera in cui chiedono chiarimenti sulla questione “Bonus Covid”.

 

 

Alla cortese attenzione del
Direttore Generale della SEUS SC.p.A
CDA della SEUS SC.p.A
Affari Generali della SEUS SC.p.A
e p.c. Assessorato alla salute
D.P.S. servizio 6
Presidente VI Commissione Parlamentare ARS
Presidente ARS
Assessorato Economia
Servizio 5 Partecipate
Corte dei Conti Sezione Controllo Partecipate
OO.SS firmatarie
Dipendenti della SEUS SC.p.A
Organi di Stampa

 

 

Richiesta giusta applicazione della legge regionale n° 9 del 2020 Articolo 5 comma 8

Vista la nostra nota prot. n° 70 del 21 giugno 2021 a cui non è stata data nessuna spiegazione pur chiedendo riscontro oggettivo a nome e per conto di alcuni colleghi.
Vista la Legge Regionale n°9 del 12 Maggio 2020, dove l’Art. 5 con i Commi 8 e 9 definisce i criteri per il pagamento del riconoscimento economico da elargire anche agli Autisti/Soccorritori SEUS.
Visto che nello specifico la norma succitata nel suo comma 8 prevede un accordo sindacale che non c’è stato quindi non si sono stabiliti criteri motivo per cui si è agito in maniera arbitraria, con regole non condivise con nessuna delle parti e tanto meno regole non rispondenti a nessuno degli accordi aventi lo stesso oggetto;
Tenuto conto che avete conteggiato come assenza quelle prevista dal DECRETO-LEGGE 9 marzo 2020, n. 14 Art. 7 “Sorveglianza sanitaria” che autorizza tra i permessi di assenza quelli della quarantena per covid e del contatto stretto per covid quindi trattasi di assenze giustificate come spiegato bene dal messaggio Inps del 9 ottobre N° 3653.

Ritenuto che anche le OO.SS. Cisl e UGL hanno evidenziato le stesse criticità.
CHIEDIAMO ALLA LUCE DELLE SUPERIORI DISPOSIZIONI di capire:

Il perché non è stato pagato il “bonus covid” a chi è stato assente per covid;

Il perché non è stato pagato la metà del “bonus” a chi non ha superato le ore, dato dettato da voi stessi;
Il perché non è stato pagato il “bonus” ai colleghi che hanno avuto le ferie di ufficio da voi date non imputabile a nessuna assenza.
Con la presente si chiede ai sensi del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 di pubblicare gli atti di concessione del bonus essendo questi anticipati dalla SEUS come società partecipata e di pubblicare in considerazione delle ritenute che sono state fatte dalla direzione generale la cifra esatta del contributo versato ai dipendenti.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *