Omicidio Roberta Siragusa, l’avvocato Burgio: “Basta menzogne sulla famiglia, diffidiamo chiunque diffonda notizie false”

La ferma volontà della famiglia di bloccare notizie infondate in attesa che il colpevole venga punito

Condividi questo articolo



L’omicidio della giovane Roberta Siragusa è una ferita aperta per la famiglia, per mamma Iana, per papà Filippo ed il fratello Dario, ma lo è anche per l’intera comunità caccamese che continua a chiedere verità e giustizia per la scomparsa prematura di una ragazza di soli 17 anni con tanti sogni e progetti per il futuro. 

A seguito di alcune notizie diffuse su giornali nazionali, l’avvocato della famiglia, Sergio Burgio, ha replicato su dichiarazioni della mamma di Roberta pubblicate, ma mai pronunciate dalla donna che, sin dal momento della tragica notizia, si è chiusa insieme ai suoi cari nel più assoluto silenzio, affranti dal dolore. «La signora Iana Brancato, mamma di Roberta, non ha mai pronunciato certe dichiarazioni che le sono state attribuite», ha dichiarato alla testata “Di Più” l’avvocato Sergio Burgio, il quale ha aggiunto: «Per esempio non si è mai sognata di dire, riferendosi all’accusato dell’omicidio: “Lo consideravo l’uomo giusto per mia figlia” oppure “Lo ho accolto in casa e nutrito come un figlio, convinta che fosse l’uomo giusto per Roberta”. Raramente lui andava a pranzare o cenare in casa Siragusa – continua l’avvocato Burgio -. La mia cliente, Iana Brancato Siragusa non può tollerare che vengano scritte certe menzogne e diffida chiunque dal pubblicare ulteriori notizie false».





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *