Dal Carnevale al cabaret: la lettera in rima di Emanuele Caruana all’amico Nando Cimino, il notaio Mezzapinna



È una lettera in rima quella scritta da Emanuele Caruana all’amico Nando Cimino, alias il Notaio Mezzapinna
Dal Carnevale al Cabaret, i due storici del Carnevale sono legati da una profonda amicizia. La loro sintonia e le passioni comuni li hanno portati ad essere complici nella vita e sui palcoscenici, dove si sono esibiti col due comico “I Siculi“. 

Il testo

«Ca Semu.. Attia Taliu..

CARO AMICO TI SCRIVO….
questa dedica linna linna..
pu nutaru Menzapinna !!

Oggi stu me pinzeri
lu vogghiu dedicari
a n’amicu miu assai particulari,
ca pi carnalivari Menzapinna
si fa chiamari,
e havi ormai vinticincanni
ca la vuci a lu caru Nannu
nun ci fa mai mancari.
Iddu leggi lu tistamentu,
cu amuri e cu passioni regalannu a li Tirminisi,
granni emozioni.
Tra na rima e na battuta,
ti fa fari sempri na risata;
e senza a nuddu fari scunti
puru all’amministratura
ci fa li beddi cunti;
vulennu accussì a tutti ricurdari ca sulu pu beni di sta nostra Termini
avemu di pinzari.
Sta città a tia
havi a ringraziari,
pi lu tantu amuri
ca nun ci fai mancari. Cuntannu a li Tirminisi
cu storie e poesie,
cu filastrocchi e testamenti,
tanti cosi ca arrestanu
dintra a li nostri menti.
Eh.. Caru Amicu mio..
tu lu sai ca ti vogghiu beni.. però statti arrassu
quannu c’hai li problemi..
Ora senza babbiari
na cosa seria
ti voggliu diri..
Caru Nandu..
si sempri ńto me cori,
e lu Signuri
vogghiu ringraziari
pi stu donu di la tò amicizia
ca mi vosi fari..
Ora caru amicu,
ti rugnu na bella notizia..
Io e l’amici
ra Società ru Carnovali,
prisirenti onorario ti ficimu addivintari.!!
Tanti auguri cumpari».

La galleria fotografica 

138446245_262363888641410_1497592296897309088_n

Immagine 1 di 5





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *