Attività produttive Palermo, Figuccia (Udc): “Sì allo snellimento delle procedure, ma no a fughe in avanti su pedonalizzazioni”

Condividi questo articolo

“Arriva finalmente anche a Palermo dopo innumerevoli sollecitazioni la semplificazione nelle procedure per la concessione del suolo pubblico a bar, ristoranti, pub e a attività turistico-ricettive”, ad affermarlo Sabrina Figuccia, Consigliere comunale Udc.

Condividi questo articolo






Arriva finalmente anche a Palermo dopo innumerevoli sollecitazioni la semplificazione nelle procedure per la concessione del suolo pubblico a bar, ristoranti, pub e a attività turistico-ricettive“, ad affermarlo Sabrina Figuccia, Consigliere comunale Udc, che prosegue: “da domani per tutti gli imprenditori che volessero ottenere più spazio all’esterno, così da collocare sedie e tavolini, basterà presentare un’autocertificazione corredata da una perizia asseverata da un tecnico.

Naturalmente sono molto contenta che sia stato, seppur in ritardo, reso operativo un provvedimento nazionale, su cui, sin dal primo momento ho spinto affinché l’amministrazione si rendesse parte diligente. Non posso però non sottolineare il solito atteggiamento furbetto di Orlando & company, che stanno tentando di far passare la loro fissazione per le pedonalizzazioni come un tassello essenziale per questo provvedimento” aggiunge la Figuccia.

Il piano di pedonalizzare ben 106 nuove aree dovrà prima passare in Consiglio comunale per l’inserimento nel Pgtu e il
nuovo piano di pedonalizzazioni della città dovrà essere approvato dal Consiglio e quindi condiviso con la città intera. Non ci siano fughe in avanti rispetto a un tema come quello delle pedonalizzazioni che porta con sé un processo di vera e propria ristrutturazione dell’intero manto stradale cittadino. Voragini e buche in tutte le strade cittadine sono infatti incompatibili con tutte quegli strumenti di mobilità dolce di cui tanto si parla, ma che nella nostra martoriata città restano ancora solo una chimera”, conclude Sabrina Figuccia.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *