Trabia, donna in autoisolamento: “Non è una colpa autodenunciarsi, aiutiamo la comunità”

Condividi questo articolo






In questo delicato momento legato all’avanzata del Coronavirus in Sicilia sono tante le storie che ruotano attorno a questa emergenza sanitaria che coinvolge intere comunità. In provincia di Palermo da settimane sono stati resi noti i casi di positività al Covid 19 in numerosi comuni, dove i cittadini sono preoccupati e allarmati.
 
Tra le tante storie che vogliamo raccontarvi c’è quella di Silvia Palma, una cittadina di Trabia che si è autodenunciata e si trova in isolamento volontario con suo marito e i suoi due piccoli.
 
Ricordiamo che a Trabia le persone in quarantena da quando è partita l’emergenza complessivamente sono state 89, ad oggi sono 55 di cui 22 sono in isolamento volontario ed il resto in quarantena obbligatoria.
La precauzione da parte della signora Palma è scattata dopo aver appreso che nel locale il Cavalluccio Marino è stato ospite il primo contagiato di Lascari (clicca qui).
 
La donna, infatti, racconta di essere stata nel noto ristorante di Trabia il 7 marzo scorso per festeggiare il compleanno del cognato. «Dopo aver appreso la notizia dal vostro giornale del primo caso dell’uomo di Lascari io subito ho chiamato le autorità competenti e mi sono autodenunciata. Fortunatamente già sono passati 15 giorni e noi stiamo bene – racconta Silvia Palma -. L’isolamento durerà fino al prossimo 30 marzo. Spero che questo brutto periodo passi presto, L’appello è quello di rimanere a casa – ha concluso la trabiese  -. E chi pensa di essere stato in contatto con un paziente affetto da Coronavirus di autodenunciarsi al proprio medico per salvaguardare la salute propria e di tutte le persone che vi circondano. Non è una colpa da nascondere dovrebbe passare questo messaggio non ci si deve vergognare. L’omertà si deve mettere da parte».
 
Il sindaco di Trabia Leonardo Ortolano
«É un comportamento che noi apprezziamo e invitiamo tutti a fare lo stesso – ha commentato il sindaco di Trabia, Leonardo Ortolano -. Al momento sono 22 i cittadini di Trabia in isolamento volontario. Colgo l’occasione per invitare i cittadini a seguire scrupolosamente le ordinanze e restare a casa, uscire soltanto per motivi gravi o urgenti».
 
 
 
 
 
 
 











Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *