Video “ASMR” la nuova mania che sta spopolando

Condividi questo articolo






Video ASMR: il trend di YouTube che sta spopolando

Al contrario di quanto si possa immaginare il trend di questo periodo non è alzare il volume fino a fare distorcere le casse ma piuttosto tende a portare il volume al minimo sfiorando lo zero.

Notoriamente ci sono suoni che scaturiscono in noi sensazioni diverse, talvolta anche contrastanti, basta pensare alle sirene della polizia, allarme antifurto, etc. etc..  Ma delle persone hanno pensato di sfruttare il suono e i sui stimoli  convertendoli in video per rilassarsi. Grazie al noto sito YouTube un intero universo di suoni è stato caricato è diffuso per generare benessere psichico. Questo fenomeno prende il nome di “ASMR” è il più imponente trend di YouTube di cui nessuno ha mai sentito parlare.

Che cosa c’è dietro un acronimo

L’ASMR è un trend enorme e in continua crescita. Ad essere più precisi, su YouTube c’è più interesse di ricerca per l’ASMR che per “caramelle” o “cioccolato”. Molti, tuttavia, non ne hanno mai sentito parlare, anzi la principale ricerca su Google in proposito è “Che cos’è l’ASMR?”.

Coniato nel 2010, il termine ASMR (acronimo di Autonomous Sensory Meridian Response, risposta autonoma del meridiano sensoriale) si riferisce a una sensazione di rilassamento, spesso sedativa, che parte dal cuoio capelluto e si diffonde al resto del corpo. Anche nota come “massaggio cerebrale”, viene suscitata da leggeri sospiri e suoni come sussurri, accenti e crepitii.

“Sostanzialmente è una sensazione simile a quei piacevoli brividi che si provano quando qualcuno ti accarezza i capelli o ti sfiora la schiena con la punta delle dita” spiega Heather Feather, una popolare “ASMRtist” con quasi 400.000 iscritti su YouTube. La suadente voce del noto pittore Bob Ross è considerata uno dei più comuni stimoli di ASMR. Infatti “Bob Ross” è tra i termini di ricerca più frequentemente associati ad ASMR, così come “Heather Feather” e “GentleWhispering”, un’altra seguitissima ASMRtist di YouTube.

Creator come Heather Feather realizzano video che producono la piacevole sensazione di brivido tipica dell’ASMR. Al momento vi sono circa 5,2 milioni di video ASMR su YouTube, che suscitano l’interesse del pubblico di quasi tutto il mondo, come mostra la mappa più sotto. Nel 2015 le ricerche di ASMR su YouTube sono aumentate del 200% dall’anno precedente e sono in continua crescita.3 Da solo, uno dei video ASMR più gettonati può rastrellare 16 milioni di visualizzazioni.

Google BrandLab aiuta i brand a sfruttare tutto il potenziale di YouTube. Molti suoni possono generare la sensazione rilassante dell’ASMR e i brand dovrebbero prestarvi attenzione. Non parliamo solo del vastissimo pubblico da attrarre, ma anche del numeroso pubblico costituito dai clienti già esistenti del brand. I creator di video ASMR si servono spesso di oggetti per creare gli effetti sonori, soprattutto prodotti alimentari: involucri fruscianti, caramelle che vengono masticate, una lattina che viene aperta (la ricerca “beer ASMR” su YouTube restituisce oltre 81.000 risultati). Tic Tac, Swedish Fish e Taco Bell sono alcuni dei brand che compaiono nei video dei creator di YouTube.

Anche KFC ha deciso di sfruttare il trend. In un recente video di YouTube, l’attore George Hamilton, nei panni del Colonnello Sanders, sussurra paroline dolci a proposito dei fazzoletti da taschino, inframmezzandole con l’invitante suono prodotto da un morso alle croccanti cosce di pollo fritte di KFC. “C’è un’intera community assolutamente affascinata ed entusiasta dell’esperienza sensoriale del suono”, ha affermato il CMO di KFC Kevin Hochman in un’intervista al The Washington Post . “L’ASMR genera una sensazione di comfort, esattamente come il nostro cibo”.

Nel 2015, BBDO creò video ASMR per il mercato cinese per pubblicizzare il cioccolato Dove; i video erano concepiti per evocare la sensazione di soave piacere che i consumatori provano quando assaporano questi dolci. I video sono stati persino sottoposti a test scientifici, i cui risultati sono attualmente studiati da neuroscienziati.

Di seguito riportiamo alcuni video che possono aiutarvi a comprendere meglio questo mondo, e non si sa mai, a farvi appassionare:










Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *