Si parla di Petralia Soprana e Sottana nel nuovo film di Albanese “Cetto c’è senza dubbiamente”

Condividi questo articolo

Dal 21 novembre nelle sale italiane, il nuovo film del regista Giulio Manfredonia che ha come attore protagonista Antonio Albanese,solo ieri sera ha incassato ieri 357.011 euro, per un totale di 618.505 euro.

Antonio Albanese, noto attore che ricopre quasi sempre ruoli divertenti ed esuberanti, riporta con la sua solita comicità sullo schermo uno dei suoi personaggi più amati e celebri mai dimenticati ,Cetto La Qualunque il quale ha lasciato la politica e l’Italia per trasferirsi felicemente in Germania dove ha avviato una catena di ristoranti e pizzerie ed ha trovato una bella moglie tedesca che l’ha fatto divenire padre di una bambina. Nel nuovo film che ha per titolo”Cetto c’è senza dubbiamente”, una zia in procinto di morire gli rivela al suo capezzale che sua madre aveva avuto una relazione con un principe e da questa era nato lui. Pertanto Cetto è figlio di Luigi Buffo di Borbone e non di un venditore di candeggina ambulante come aveva sempre creduto. È così che vuole rivendicare la sua discendenza al trono e prendersi il regno servendosi dell’aiuto di un nobile. In  questa circostanza, quando gli vengono rivelati i suoi possedimenti e la sua estensione di potere dei vari territori che avrebbe avuto sotto il suo dominio, cita anche i paesi madoniti di  Petralia Soprana e Petralia Sottana lasciando di stucco gli abitanti di questi piccoli comuni limitrofi tra loro. Non non esplicita in quale posizione geografica vi si trovino, ma chissà se il sentire pronunziare per la prima volta i nomi di questi due luoghi ne avrebbe suscitato la curiosità in chi li disconosce e di andarli a cercare su una cartina. Solo dopo aver fatto una ricerca infatti, si sarebbe potuto scoprire  che si trovano proprio in Sicilia nel cuore delle Madonie.

Un piccolo cenno pertanto di Antonio che nel suo film probabilmente voleva oltre che ricordare il suo territorio di provenienza, invitare anche a scoprirlo. Una risposta forse anche per chi ha sostenuto che dopo aver girato  la pellicola che gli ha fatto ottenere il successo, “La fame e la sete” del 1999 ambientata  quasi per intero a Petralia Soprana, il noto attore che ha origini sopranesi per parte dei genitori, avrebbe potuto fare molto di più  per Petralia soprattutto a livello promozionale.Questo cenno però fa capire che Albanese non ha affatto dimenticato la sua  Sicilia, quando il paese di Petralia Soprana infatti è diventato borgo, ha mandato un messaggio di auguri complimentandosi e manifestando il suo apprezzamento al seguito della sua elezione . Forse per porre fine alla polemica, gradita sarebbe prima o poi, anche una sua visita. Il trascorrere una giornata in amicizia  insieme ai suoi concittadini che sempre gli hanno manifestato affetto ed hanno avuto grande stima nei suoi riguardi,sarebbe un gesto molto apprezzato e soprattutto aspettato da tempo che porterebbe entusiasmo e riconoscenza.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *