Comune Termini Imerese: arriva l’avviso per la stabilizzazione dei precari

Condividi questo articolo



I precari del con di Termini Imerese verso la stabilizzazione

 

 

Vista la deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Comunale n. 94 del 30/10/2019 con la quale è stato approvato il Piano triennale del fabbisogno di personale 2019/2021 del Comune di Termini Imerese.

Dato atto che nell’ambito del suddetto programma assunzionale l’Amministrazione Comunale ha previsto, fermo rimanendo il rispetto di tutti i vincoli di legge relativi alle assunzioni di personale e previa approvazione del bilancio di previsione 2019, l’avvio e la conclusione, entro l’anno 2019, del processo di stabilizzazione di tutto il personale precario (n. 76 unità) in servizio presso il Comune di Termini Imerese, procedendo all’assunzione, ai sensi dell’art. 20 comma 1 del D. Lgs. 75/2017, previa indicazione della relativa copertura finanziaria, nell’ambito dei profili dell’ente nei quali si rilevano le maggiori carenze, ed utilizzando procedure interne interamente riservate al personale contrattista non dirigenziale, al fine di valorizzarne la professionalità acquisita, che possegga tutti i seguenti requisiti:

a) risulti in servizio successivamente alla data di entrata in vigore della legge n. 124 del 2015 con contratto a tempo determinato presso il Comune di Termini Imerese;
b) sia stato reclutato a tempo determinato con le procedure di cui alla legge regionale 21 dicembre 1995, n. 85, e alla legge regionale 29 dicembre 2003, n. 21 che, ai sensi dell’art. 22 comma 3 della L.R. 22/2/2019 n. 1, costituiscono “.. requisito utile ai fini dell’applicazione dell’art. 20, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75”;
c) abbia maturato, al 31 dicembre 2017, alle dipendenze del Comune di Termini Imerese, almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni.

Visto il parere favorevole di regolarità contabile e di copertura finanziaria del Ragioniere Generale del 29/10/2019 in ordine alla deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Comunale n. 94 del 30/10/2019 di approvazione del Piano triennale del fabbisogno del personale 2019/2021.

Visto il parere favorevole espresso dal Collegio dei Revisori dei Conti con Verbale n. 32 del 29/10/2019, con particolare riferimento “….ai processi di stabilizzazione a tempo indeterminato riservati al Personale Contrattista…” nel quale, tra l’altro, il Collegio ha attestato la sostenibilità finanziaria dell’intera manovra di cui al piano triennale del fabbisogno del personale 2019/2021, come da prospetto esplicativo “verifica rispetto limite di spesa del personale 2019/2020/2021” riportato nella proposta di deliberazione di che trattasi.

Precisato che l’art. 1, comma 13, della L.R. 16 dicembre 2018, n. 24, così come confermato dalla Circolare n. 18 del 24/12/2018 della Regione Siciliana, Assessorato Autonomie locali e Funzione Pubblica, Dipartimento Regionale delle Autonomie Locali, avente ad oggetto “Differimento termine per le stabilizzazioni dei lavoratori a tempo determinato” ha differito, per gli enti che non hanno provveduto all’approvazione dei documenti contabili, il termine del 31 dicembre 2018 per avviare le procedure di stabilizzazione dei lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato di cui al comma 6, al 31/12/2019, e che il Comune di Termini Imerese, rientrando nel campo di previsione della suddetta norma regionale, non avendo potuto avviare nell’anno 2018 le procedure di stabilizzazione da destinate al personale precario e previste nel piano triennale dei fabbisogni del personale 2017/2019, in quanto non aveva approvato entro i termini il bilancio di previsione 2018/2020, ha a suo tempo proceduto, con deliberazione di G.C. n. 293 del 28/12/2018, trasmessa all’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica con nota prot. 383 del 3/1/2019, alla proroga, dei relativi contratti PUC ed ex ASU fino al 31/12/2019, riservandosi l’avvio delle procedure di stabilizzazione e la definizione entro il 31/12/2019.

Vista la nota prot. n. 46591 del 31/10/2019 con la quale è stato trasmesso alla Regione Siciliana -Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica – Dipartimento Autonomie Locali il suddetto Piano triennale del fabbisogno del personale 2019/2021, precisando che lo stesso “costituisce formale avvio delle procedure di stabilizzazione relative a n. 76 lavoratori con contratto a tempo determinato, ex L.R. 85/95 e s.m.i. ex L.R. 21/03 e s.m.i. in atto in servizio presso il Comune di Termini Imerese”.

Ritenuto, pertanto, di dover avviare la procedura di stabilizzazione attraverso l’approvazione dei “Criteri per la stabilizzazione del personale contrattista ex art. 20 comma 1 del D. Lgs. n. 75/2017) (alleg. 1), nonché la predisposizione ed approvazione dell’allegato “Avviso pubblico per la stabilizzazione del personale precario con qualifica non dirigenziale con contratto di lavoro a tempo determinato di cui all’art. 30 della L.R. n. 5/2014 in possesso dei requisiti di cui art. 20, comma 1, del D. Lgs. n.75/2017 e nel rispetto di quanto previsto dall’art. 22, comma 3, della L.R. 1/2019” (alleg. 2) e del relativo Schema di domanda (alleg. 3), prevedendone la pubblicazione per 30 giorni all’Albo Pretorio on line e sul sito istituzionale.

Visto l’elenco del personale da stabilizzare (alleg. 4), trasmesso alla Regione Siciliana in allegato alla citata nota prot. 46591/19, che individua, sulla base dei criteri di cui al presente provvedimento, i profili di destinazione dei n. 76 dipendenti contrattisti in atto in servizio presso il Comune di Termini Imerese, sulla base della professionalità acquisita e del titolo di studio posseduto.

Dato atto che gli effetti della procedura stabilizzazione di cui al presente atto, sono subordinati alla conclusione infruttuosa delle procedure di cui all’art. 34 bis del D.Lgs. 165/2001, già avviate con note prot. 46647 del 2/11/2019 e n. 46741 del 4/11/2019.

Dato atto che la definizione della procedura di stabilizzazione è subordinata all’approvazione del bilancio di previsione 2019/2021, nonché a tutti gli adempimenti propedeutici e necessari al fine del perfezionamento delle assunzioni pubbliche, e che in caso di mancanza anche di uno dei presupposti di legge non si potrà procedere alle previste assunzioni.

VISTO lo Statuto Comunale;

VISTO il Regolamento di organizzazione e di funzionamento dei settori, dei servizi e degli uffici. VISTO il D.Lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii.;

PROPONE

Richiamare la premessa, che costituisce parte integrante del presente provvedimento.
Avviare il Piano di stabilizzazione personale contrattista in servizio presso il Comune di Termini imerese, in esecuzione del Piano Triennale del Fabbisogno del Personale 2019/2021, attraverso l’approvazione delle misure attuative di cui al presente provvedimento.

Approvare, in particolare i “Criteri per la stabilizzazione del personale contrattista ex art. 20 comma 1 del D. Lgs. n. 75/2017) (alleg. 1), lo schema di “Avviso pubblico per la stabilizzazione del personale precario con qualifica non dirigenziale con contratto di lavoro a tempo determinato di cui all’art. 30 della L.R. n. 5/2014 in possesso dei requisiti di cui art. 20, comma 1, del D. Lgs. n.75/2017 e nel rispetto di quanto previsto dall’art. 22, comma 3, della L.R. 1/2019” (alleg. 2) e il relativo Schema di domanda (alleg. 3).

Stabilire che l’avviso in oggetto sarà pubblicato per trenta giorni all’Albo Pretorio on line e sul sito internet del Comune di Termini Imerese, nella home page e nella sezione del portale Amministrazione Trasparente – Bandi di concorso.

Dare atto che l’art. 1, comma 13, della L.R. 16 dicembre 2018, n. 24, così come confermato dalla Circolare n. 18 del 24/12/2018 della Regione Siciliana, Assessorato Autonomie locali e Funzione Pubblica, Dipartimento Regionale delle Autonomie Locali, avente ad oggetto “Differimento termine per le stabilizzazioni dei lavoratori a tempo determinato” ha differito, per gli enti che non hanno provveduto all’approvazione dei documenti contabili, il termine del 31 dicembre 2018 per avviare le procedure di stabilizzazione dei lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato di cui al comma 6, al 31/12/2019, e che il Comune di Termini Imerese, rientrando nel campo di previsione della suddetta norma regionale, non avendo potuto avviare nell’anno 2018 le procedure di stabilizzazione da destinate al personale precario e previste nel piano triennale dei fabbisogni del personale 2017/2019, in quanto non aveva approvato entro i termini il bilancio di previsione 2018/2020, ha a suo tempo proceduto, con deliberazione di G.C. n. 293 del 28/12/2018, trasmessa all’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica con nota prot. 383 del 3/1/2019, alla proroga, dei relativi contratti PUC ed ex ASU fino al 31/12/2019, riservandosi l’avvio delle procedure di stabilizzazione e la definizione entro il 31/12/2019.

Prendere atto della nota prot. n. 46591 del 31/10/2019 con la quale è stato trasmesso alla Regione Siciliana – Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica – Dipartimento Autonomie Locali il suddetto Piano triennale del fabbisogno del personale 2019/2021, precisando che lo stesso “costituisce formale avvio delle procedure di stabilizzazione relative a n. 76 lavoratori con contratto a tempo determinato, ex L.R. 85/95 e s.m.i. ex L.R. 21/03 e s.m.i. in atto in servizio presso il Comune di Termini Imerese”.

Prendere atto dell’elenco del personale da stabilizzare (alleg. 4), già trasmesso alla Regione Siciliana in allegato alla citata nota prot. 46591/19, che individua, sulla base dei criteri di cui al presente provvedimento, i profili di destinazione dei n. 76 dipendenti contrattisti in atto in servizio presso il Comune di Termini Imerese, sulla base della professionalità acquisita e del titolo di studio posseduto.

Dare atto che gli effetti della procedura stabilizzazione di cui al presente atto, sono subordinati alla conclusione infruttuosa delle procedure di cui all’art. 34 bis del D.Lgs. 165/2001, già avviate con note prot. 46647 del 2/11/2019 e n. 46741 del 4/11/2019.

Dare atto che la definizione della procedura di stabilizzazione è subordinata all’approvazione del bilancio di previsione 2019/2021, nonché a tutti gli adempimenti propedeutici e necessari al fine del perfezionamento delle assunzioni pubbliche, e che in caso di mancanza anche di uno dei presupposti di legge non si potrà procedere alle assunzioni.

Dare atto che il presente provvedimento non necessita di parere contabile in quanto atto di esecuzione del Piano Triennale del fabbisogno del personale 2019/2021 approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Comunale n. 94/2019, munita dei prescritti pareri contabili e di copertura finanziaria, nonché del parere favorevole del Collegio dei Revisori, e che pertanto si provvederà all’assunzione dell’impegno di spesa alla eventuale stipula dei contratti di lavoro.

Dare atto che il presente provvedimento sarà trasmesso all’Assessorato regionale delle Autonomie locali e della Funzione Pubblica.

Demandare al Responsabile del I Settore ogni adempimento conseguente.

Dichiarare con separata votazione l’atto immediatamente esecutivo ai sensi dell’art. 12, comma 2, L.R. 44/91 s.m.i

AVVISO PUBBLICO

per la stabilizzazione del personale precario con qualifica non dirigenziale con contratto di lavoro a tempo determinato di cui all’art. 30 della L.R. n. 5/2014 in possesso dei requisiti di cui art. 20, comma 1, del D. Lgs. n.75/2017 e nel rispetto di quanto previsto dall’art. 22, comma 3, della L.R. n. 1/2019.

SI RENDE NOTO

Che con deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Comunale sono stati approvati i criteri per la stabilizzazione del personale contrattista in servizio presso il Comune di Termini Imerese e lo schema di avviso per la stabilizzazione del personale in possesso dei previsti requisiti, da stabilizzare mediante trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, e precisamente numero 76 unità di personale in possesso dei requisiti di cui all’art. 20 comma 1 del D. Lgs. n. 75/17 e dell’art. 22 comma 3 della L.R. 22/2/2019 n. 1, trattandosi di n. 38 lavoratori con impegno settimanale pari a 24 ore, ex L.R. 85/95 e s.m.i. e n. 38 lavoratori con contratto a tempo determinato e parziale, con un impegno orario pari a n. 23 ore, ex L.R. 21/03 e s.m.i., in coerenza e in attuazione al “Piano Triennale del Fabbisogno del Personale 2019/2021” approvato con deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Comunale n. 94 del 30/10/2019, nel rispetto della normativa nazionale e regionale vigente in materia di risorse assunzionali.

REQUISITI PER LA STABILIZZAZIONE (ai sensi dell’art. 20, comma 1, del D. Lgs. 25/05/2017, n. 75 e dell’art. 22 comma 3 della L.R. 22/2/2019, n. 1)

Il presente Avviso è rivolto al personale non dirigenziale, in servizio presso il Comune di Termini Imerese, con contratto di lavoro a tempo determinato, oggetto di proroga di cui all’art. 30 della L.R. n. 5/2014, in possesso di tutti i requisiti espressamente previsti dall’art. 20, c. 1, del D. Lgs. n. 75/2017 di seguito richiamati:

a) risulti in servizio successivamente alla data di entrata in vigore della legge n. 124 del 2015 con contratti a tempo determinato presso il Comune di Termini Imerese;
b) sia stato reclutato a tempo determinato in relazione alle medesime attività svolte attingendo a graduatorie previste da norme di legge e, in particolare, con le procedure di cui alla legge regionale 21 dicembre 1995, n. 85, e alla legge regionale 29 dicembre 2003, n. 21 che, ai sensi dell’art. 22 comma 3 della L.R. 22/2/2019 n. 1, costituiscono “… requisito utile ai fini dell’applicazione dell’art. 20, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75”;
c) abbia maturato, al 31 dicembre 2017, alle dipendenze del Comune di Termini Imerese, almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni.

Il requisito dei tre anni di servizio può essere maturato comprendendo tutti i rapporti di lavoro riconducibili a diverse tipologie di contratto flessibile, ma devono riguardare attività svolte o riconducibili alla medesima categoria professionale che determina poi il riferimento per l’Amministrazione dell’inquadramento da operare, senza necessità poi di vincoli ai fini dell’unità organizzativa di assegnazione.

REQUISITI GENERALI

I candidati devono inoltre possedere i seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana ovvero di uno degli stati membri dell’Unione europea;
b) idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui la stabilizzazione si riferisce;
c) godimento dei diritti civili e politici;
d) non essere stati esclusi dall’elettorato attivo e passivo;
e) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, per persistente insufficiente rendimento ovvero non essere stati dichiarati decaduti da una Pubblica Amministrazione ai sensi del D. RR. n. 3/57 ovvero dei contratti collettivi di lavoro pubblico;
f) non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto d’impiego con la Pubblica Amministrazione;
g) avere posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985, ai sensi dell’art. 1 Legge 23.08.2004, n. 226.

DOMANDA DI AMMISSIONE – MODALITÀ E TERMINI

La domanda di ammissione dovrà essere redatta esclusivamente secondo l’allegato modello scaricabile sul sito ufficiale del Comune di Termini Imerese.
Le domande redatte secondo altre modalità saranno escluse.
Il modulo deve essere compilato integralmente; le domande non complete o prive di parti delle informazioni richieste saranno escluse.
Le dichiarazioni rese nella domanda di ammissione hanno valore di autocertificazione e/o di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, secondo le previsioni degli artt.46 e 47 del D.P.R. n.445/2000, pertanto essa dovrà essere corredata da copia di un documento d’identità in corso di validità.
Ferme restando le sanzioni penali in caso di dichiarazioni mendaci, qualora dai controlli effettuati emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il candidato decadrà in qualsiasi momento dai benefici eventualmente conseguiti per effetto del provvedimento emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere.
La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente con i mezzi descritti di seguito:
– per posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo: protocollo@pec.comuneterminiimerese.pa.it.

La domanda, debitamente sottoscritta, dovrà essere inviata unitamente agli allegati, che costituiscono parte integrante della stessa, in un unico file in formato PDF;
– raccomandata A/R a mezzo del servizio postale al seguente indirizzo: Comune di Termini Imerese -Servizio Risorse Umane e Sviluppo Organizzativo – Ufficio Programmazione Fabbisogno Personale – Piazza Duomo 1 – cap. 90018 – Termini Imerese;
– consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo Generale del Comune di Termini Imerese, sito presso la sede storica, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 13,30 e il mercoledì dalle ore 15,00 alle 17,30.

Nel caso in cui la domanda di partecipazione venga trasmessa da casella di posta elettronica certificata (PEC), la stessa potrà essere sottoscritta con firma autografa e scannerizzata su file esclusivamente formato PDF.
La PEC è valida solo se il soggetto richiedente ne è titolare.
L’oggetto della mail dovrà contenere la dicitura: “Domanda di stabilizzazione – Cognome e nome (del candidato)”.
L’Amministrazione declina ogni responsabilità per le domande inviate tramite PEC non leggibili dal sistema di protocollo informatico.
L’Amministrazione si riserva, in caso di problematiche tecniche di natura temporanea, di prorogare il termine di invio per un numero di giorni pari a quelli di mancata operatività del sistema informatico, fermo restando il termine di scadenza originario ai fini del possesso dei requisiti di partecipazione al presente Avviso.
L’Amministrazione dell’ente comunale declina ogni responsabilità per eventuale smarrimento della domanda spedita a mezzo del servizio postale con modalità ordinarie o per eventuali disguidi postali non imputabili a colpa dell’Amministrazione.
Gli interessati hanno l’obbligo di comunicare gli eventuali cambi di indirizzo al Servizio Risorse Umane e Sviluppo Organizzativo – Ufficio Programmazione Fabbisogno del Personale, che non assume responsabilità alcuna in caso di irricevibilità delle comunicazioni presso l’indirizzo comunicato.

Le domande di ammissione dovranno pervenire, a pena di esclusione, al Comune entro e non oltre il termine perentorio di 30 giorni dalla pubblicazione del presente avviso all’Albo Pretorio on line e sul sito istituzionale.
Non saranno prese in considerazione le domande consegnate o pervenute oltre la data di scadenza del presente bando.
Qualora il termine di scadenza coincida con un giorno festivo lo stesso è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
La mancata presentazione della domanda di partecipazione al processo di stabilizzazione verrà interpretata dall’Amministrazione dell’ente comunale quale rinuncia alla procedura di cui al presente Avviso.

ISTRUTTORIA E CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE DOMANDE

Il Servizio Risorse Umane e Sviluppo Organizzativo – Ufficio Programmazione Fabbisogno Personale procederà all’istruttoria delle domande pervenute, ai fini della formazione degli elenchi per categoria professionale dei soggetti in possesso dei requisiti prescritti ai fini della stabilizzazione e di un elenco dei soggetti esclusi con indicazione delle cause di esclusione.
Gli elenchi sopracitati saranno approvati con Determinazione del Dirigente del I Settore del Comune di Termini Imerese.
Coloro i quali risulteranno utilmente inseriti negli elenchi degli aventi diritto alla stabilizzazione verranno convocati per la stipula del contratto individuale di lavoro subordinato a tempo indeterminato con l’Amministrazione comunale.
L’inquadramento sarà definito prendendo a riferimento la categoria e la graduatoria prevista dalla norma legislativa in esito alla quale risultino essere stati reclutati.
Si precisa che in caso di istanza di stabilizzazione in una categoria e profilo non coerenti con i criteri approvati l’Amministrazione Comunale si riserva di procedere comunque alla stabilizzazione nella categoria e profilo professionale già individuato per ciascun dipendente contrattista.

CAUSE DI ESCLUSIONE

Sono irricevibili le domande di partecipazione che perverranno:
– oltre i termini stabiliti nel presente avviso;
– incomplete o irregolari (se non sanate entro i termini);
– prive della copia del documento di identità in corso di validità;
– con modalità diverse da quelle che vengono indicate nella domanda d’ammissione;
– non regolarizzate o integrate entro il termine assegnato;
– prive di firma (autografa, autografa scannerizzata su file esclusivamente formato .pdf).

Non saranno tenute in considerazione ai fini dell’eventuale stabilizzazione, le istanze inviate a qualunque titolo in data anteriore alla pubblicazione del presente Avviso.
Il mancato possesso anche di uno solo dei requisiti previsti dal comma 1 dell’art. 20 del D. Lgs n.75/2017 comporterà l’esclusione dalle procedure di stabilizzazione.
L’Amministrazione controllerà la veridicità delle dichiarazioni rese provvedendo in qualsiasi momento ad escludere coloro che abbiano presentato dichiarazioni mendaci.
L’esclusione dalla stabilizzazione, per qualsiasi causa normativamente prevista, potrà essere disposta in ogni momento della procedura, con provvedimento motivato.

TRATTAMENTO ECONOMICO
Il trattamento economico verrà attribuito con il contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato conformemente al vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto degli Enti Locali.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *