Donna si risveglia dal coma: pochi giorni dopo muore a causa di un boccone andato di traverso

3 min read

Rimani sempre aggiornato


Una vicenda che ha dell’incredibile è avvenuta a Napoli.

Una donna di 79 anni, si sarebbe svegliata dal coma per poi morire a causa di un boccone andato di traverso.

La donna è deceduta il 25 gennaio scorso.

I figli della donna avrebbero deciso di denunciare quanto accaduto per riuscire a capire cosa sia successo e se ci sono delle responsabilità della struttura ospedaliera ( lo racconta Vesuvio Live).

La donna è stata ricoverata a causa di una insufficienza respiratoria legata al Covid-19 il 4 dicembre scorso.

Lo stesso giorno i sanitari decidono di trasferirla in una sub-intensiva dove ci resta fino al 31 dicembre.

Le condizioni di salute della donna si aggravano, viene trasferita nel reparto di terapia intensiva dove ci rimane fino alle 16,20 del 5 gennaio, quando si risveglia e viene trasferita nuovamente nella sub intensiva.

La buona notizia viene comunicata alla famiglia, con una telefonata, ma qualche ora dopo la figlia della 78enne, durante un’altra conversazione con un medico, viene a sapere che la madre si stava sottoponendo a una tac in quanto le era andato di traverso il boccone di un pasto.

A rendere più complessa la vicenda è che la signora, invece di essere alimentata con liquidi (come prevede il protocollo), le viene somministrato un pasto inadeguato.

Mezz’ora dopo, la figlia parlando con un altro medico viene a sapere che la madre, a causa di quel boccone ingerito, “si era soffocata”, andando in apnea respiratoria e poi in arresto cardiaco, causando danni celebrali irreversibili.

La donna morirà diversi giorni dopo, in terapia intensiva, senza mai risvegliarsi e i figli, convinti che qualcosa non sia andato per il verso giusto, hanno presentato una denuncia, lo stesso giorno in cui la madre è deceduta, contestando l’omicidio colposo e le lesioni personali colpose.

La salma della 78enne è stata sequestrata e sottoposta all’autopsia a cui ha anche assistito un consulente nominato dal legale della famiglia, che si sta occupando della vicenda con un team composto da diversi avvocati.

 


CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli:

+ There are no comments

Add yours