Calci e pugni alla moglie incinta: “Le faccio quello che voglio”, quarantenne accusato di maltrattamenti

Notizie di cronaca dall’Italia

Condividi questo articolo




Ancora violenza sulle donne.

Una terribile vicenda arriva da Toano in Emilia Romagna.

Un uomo di 40 anni avrebbe aggredito con calci e pugni la moglie incinta all’ottavo mese di gravidanza.

L’uomo, di nazionalità marocchina, sarebbe accusato di lesioni e maltrattamenti in famiglia.

La donna avrebbe chiesto aiuto alla madre tramite un messaggio.

La vittima ha inviato una foto alla madre dove si vedevano sul volto i segni delle violenze subite.

La donna si è immediatamente recata a casa della figlia, una volta arrivata ha chiesto spiegazioni al genero che gli avrebbe risposto: “È mia moglie, la picchio quando voglio, tu non ti intrometti fra di noi, gli faccio quello che voglio”.

Poco dopo, sul posto, sono arrivati i militari e hanno arrestato l’uomo, in flagranza di reato.

Intervenuta anche un’ambulanza che ha portato d’urgenza la donna all’ospedale dov’è stata giudicata guaribile con una prima prognosi di 15 giorni per le lesioni ma sono in corso gli accertamenti riguardo alla gravidanza.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!