Turchia: operaio edile trafitto da una spranga d’acciaio è vivo per miracolo




A Giresun, in Turchia, un operaio di 39 anni sul luogo di lavoro è stato trapassato da una spranga d’acciaio a pochi centimetri dal cervello

L’incedente è avvenuto mentre stava lavorando. Celal Sayar è caduto sulla spranga d’acciaio di circa 30 cm, che ha trafitto il suo zigomo destro, arrivano fino a dietro ai suoi occhi e a pochi centimetri dal cervello, a quanto sappiamo dal Central European News. 

Le foto che circolano sul web, lo immortalano con la sbarra ancora trafitta nella sua guancia, ma in uno stato di coscienza e apparente calma. 

Dai rapporti locali sappiamo che Celal prima è stato portato nell’ospedale di Giresun, dove ha ricevuto le prima cure, per essere poi trasferito nell’ospedale specializzato Samsun Train and Research Hospital e ricoverato nel reparto di terapia intensiva, ma non sarebbe in pericolo di vita. I media locali comunicano che, oggi, la spranga è stata rimossa dal volto dell’operario.

Secondo un rapporto dell’Assemblea dei lavoratori per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro, in Turchia lo scorso anno ogni quattro è morta una persona per incidenti sul luogo di lavoro. I morti complessivi risultano 2170, di cui 335 erano lavoratori del settore edile

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!