Montemaggiore Belsito: cane avvelenato, Nerone salvato da morte certa FOTO E VIDEO

GIUSEPPE MESI

Condividi questo articolo




Nerone, il cane randagio di Montemaggiore Belsito, è stato avvelenato da ignoti malvagi e salvato grazie al tempestivo intervento di due montemaggioresi: Giovanni Galbo, agente della locale Polizia Municipale e Carmelo Pasquale, militare in forza all’Esercito Italiano. Entrambi erano liberi dal servizio.

I due montemaggioresi che hanno salvato Nerone

Dopo una lunga notte di assistenza, Nerone è riuscito a sopravvivere dopo il terribile avvelenamento.

Dopo il triste episodio il cane è stato adottato da un montemaggiorese dal buon cuore Giuseppe Scaccia. 

Purtroppo non è il primo caso che si verifica in paese (clicca qui). Si ricorda che la legge 189/04 punisce l‘avvelenamento o qualsiasi tipo di morte provocata ad un animale con il carcere da 3 a 18 mesi.

 

 

Foto

1

Immagine 1 di 9

Video


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!