Caso Matteo Messina Denaro, Nicola Morra su finanziere termitano Carlo Pulici: “É stato distrutto dallo Stato”

LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA, NICOLA MORRA, A CAMMARATA NEL CORSO DELLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “MATTEO MESSINA DENARO, LATITANTE DI STATO”

Condividi questo articolo




Parole dure quelle del presidente della Commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra, alla presentazione del libro di Marco Bova “Matteo Messina Denaro, latitante di stato”, avvenuta lo scorso 28 luglio a Cammarata, nell’ambito della settimana della cultura. 

Nel suo intervento, Morra entra subito nel merito e fa cenno alla storia del finanziere termitano Carlo Pulici, prima accusato di rivelazione di segreto d’ufficio e accesso abusivo al sistema informatico con l’allora procuratore di Trapani Marcello Viola e l’ex procuratore aggiunto di Palermo Teresa Principato, e poi stato assolto assolto in ben sette processi. Per anni Pulici ha seguito, con la Principato, le indagini per la cattura di Matteo Messina Denaro.

«Carlo Pulici è stato distrutto dallo Statoha affermato il presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Nicola Morraperché pur avendo diritto al rimborso delle spese legali sostenute, lo stato non gliele ha riconosciute. Sono convinto che Matteo Messina Denaro sia un latitante di stato perché lo stato non l’ha voluto trovare».

Il video con l’intervento di Carlo Pulici alla presentazione del libro a Cammarata

La storia del finanziere termitano Carlo Pulici


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!