Cybersecurity: agenzia delle entrate furto di dati con chiesto il riscatto



Nel dark web è stata pubblicata la notizia sono stati sottratti tramite un malware 78 giga byte di dati dalla Agenzia delle entrate ed è stato intimato un ultimatum di cinque giorni per il pagamento del riscatto, tra i documenti sottratti scansioni, rapporti finanziari e contratti, sempre il gruppo autore dell’attacco ha annunciato che presto verranno pubblicati degli screenshot a prova del materiale rubato. Qualora il riscatto non venga pagato tutti i dati saranno resi pubblici e disponibili.

Già a lavoro la polizia postale, che dopo aver svolto le prime indagini manderà un report alla Procura di Roma. 
L’agenzia dell’entrate pubblica la seguente nota:

Le Precisazioni dell’Agenzia sui presunti furti

In riferimento alla notizia apparsa sui social e ripresa da alcuni organi di stampa circa il presunto furto di dati dal sistema informativo della fiscalità, l’Agenzia delle Entrate precisa di aver immediatamente chiesto un riscontro e dei chiarimenti a SOGEI SPA, società pubblica interamente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che gestisce le infrastrutture tecnologiche dell’amministrazione finanziaria e che sta effettuando tutte le necessarie verifiche.

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.