Tentato stupro in spiaggia: arrestato un uomo di origini nigeriane



Un uomo di origini nigeriane ha cercato di stuprare una ragazza a mare  minacciandola con un martello.

Una donna sentendo le urla ha subito chiamato i carabinieri che sono subito intervenuti traendo in arresto l’uomo.

I militari della compagnia di Messina Centro, con i colleghi del nucleo radiomobile, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un pregiudicato di origine nigeriane accusato di una vile imboscata ai danni di una coppia di giovani.

La coppia  si era recata al mare nei pressi dei resti dello storico monumento Realcittadella in Località San Raineri.

Secondo le prime indagini, i militari hanno scoperto che poco prima la coppia era stata aggredita alle spalle da un uomo di colore, che con in mano un martello e sotto minacce  ha sottratto alla coppia le macchine fotografiche.

Approfittando  della momentanea assenza del ragazzo, (corso a reperire del denaro da consegnargli)ha strattonato  brutalmente la giovane donna , tentando di abusarne sessualmente.

I carabinieri hanno trovato l’uomo nascosto non troppo distante dal luogo della tentata violenza sessuale.

Hanno trovato anche il martello usato per l’aggressione.

L’aggressore un  31enne nigeriano, già destinatario di un ordine di allontanamento dal territorio nazionale.

Veniva ristretto presso il carcere di Messina- Gazzi, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.