Covid: molti codici rossi a Palermo, stop 15 giorni per arrestare i contagi da Omicron



Giornata molto intensa anche oggi nell’area di emergenza dell’ospedale ‘Cervello’ di Palermo, che con il presidio di Partinico e con l’area di emergenza del Civico di Palermo, si stanno rivelando gli ospedali più sotto pressione nella Sicilia occidentale.

“Tantissimi codici rossi, con gravi insufficienze respiratorie – dice il direttore dell’area di emergenza del ‘Cervello’ Tiziana Maniscalchi -.

Tuttavia pare che gli accessi in area di emergenza siano in lieve calo: finora sono stati oltre 40, ieri 50 e l’altro ieri 68. “Stiamo notando una leggerissima flessione – spiega Maniscalchi – ma è troppo presto per ritenere che il virus sia in fase di contenimento. Certo il forte aumento dei contagi ci continua a preoccupare, così come la prossima riapertura delle scuole che inevitabilmente comportando assembramenti potrebbe determinare ulteriori contagi. Servono quindici giorni di stop, per frenare il galoppo dei contagi da Omicron”, conclude Maniscalchi.

fonte:(ANSA).


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *