Apicoltura, produzione e commercializzazione miele, Scilla: «Domani il bando, anche per piccoli apicoltori»



Pronto il bando regionale per migliorare la produzione e la commercializzazione del miele per la campagna 2021/2022. Domani la pubblicazione on line  del bando che prevede una  dotazione finanziaria di  877.618 euro assegnati dal MiPAAFT alla Regione Siciliana e ripartiti fra diverse azioni e sotto azioni. 
 
Il bando sostiene l’apicoltura con interventi sostanziali per mitigare il severo abbassamento del quantitativo di miele prodotto a causa del cambiamento climatico, della pandemia e non ultimo degli incendi che la scorsa estate hanno devastato interi pascoli con l’obiettivo di incrementare i propri livelli produttivi e migliorare la qualità dei propri prodotti.
 
«Per venire incontro anche ai piccoli apicoltori siciliani il bando è aperto anche ai possessori di un numero minimo di 30 alveari censiti e non più 50 –  sottolinea l’assessore regionale dell’Agricoltura e sviluppo rurale, Toni Scilla – Il governo Musumeci corre in aiuto delle aziende del settore apicolo – aggiunge –  un patrimonio da custodire e salvaguardare, prevedendo un aumento di quota di carburante agevolato per il nomadismo apistico e la movimentazione delle arnie».
 
Possono accedere ai benefici gli apicoltori imprenditori apistici, apicoltori professionisti, associazioni, enti di ricerca, organizzazioni, unioni di produttori, consorzi del settore apicolo che operino e abbiano sede legale in Sicilia.
 
I contributi alla spesa saranno destinati a progetti che devono prevedere azioni di assistenza tecnica agli apicoltori e alle organizzazione di apicoltori, quali corsi di formazione e aggiornamento, seminari e convegni; lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare, in particolare la varroasi, malattia che colpisce le colonie di api infestate da un parassita; razionalizzazione della transumanza; provvedimenti a sostegno dei laboratori di analisi qualitative dei prodotti dell’apicoltura e misure di sostegno per il ripopolamento del patrimonio apistico per l’acquisto di sciami ed api regine. 
 
Il bando prevede, fra l’altro, il contributo al 100 per cento ad associazioni di apicoltori, enti e centri di ricerca per spese relative a collaborazione con organismi specializzati per la realizzazione di programmi di ricerca applicata nei settori dell’apicoltura e dei prodotti dell’apicoltura oltre che ricerche finalizzate alla lotta alle malattie degli alveari.
 
Le istanze dovranno essere presentate a partire dalla data di pubblicazione sul sito web dell’assessorato regionale Agricoltura.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *