Nel Museo “Vincenzo Florio” di Cerda è rinata la Bugatti 35 vincitrice della Targa Florio del 1926

di MARIANO BARBARA

Condividi questo articolo



Oggi visitiamo il Museo Vincenzo Florio di Cerda uno scrigno di storia della Targa Florio, nato dalla passione e dall’entusiasmo di Antonio Catanzaro che sin da bambino ha seguito con estremo interesse la grande corsa madonita che invero ha infiammato e continua ad infiammare i cuori di tutti noi.

Da qualche mese il Museo si è arricchito di un’opera unica nel suo genere…una Bugatti 35, 8 cilindri che vinse la 17^ Targa nel 1926 allora guidata da Meo Costantini…. Non è l’originale ma e’ una perfetta riproduzione in metallo, realizzata da un termitano, uno scultore del ferro… Calogero Sperandeo.

Se vuoi saperne di più guarda il video


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *