Professoressa grave dopo dose vaccino AstraZeneca, si indaga a Gela



Una giovane professoressa di 37 anni, di Gela, sottoposta a vaccino lo scorso 1 marzo, è stata ricoverata d’urgenza presso la ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta ed è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico a seguito di una emorragia cerebrale. C’è preoccupazione in Sicilia, sul caso i carabinieri di Gela, coordinati dalla procura, stanno indagando ed hanno sequestrato le cartelle cliniche e la documentazione la somministrazione del vaccino Astrazeneca alla donna. Secondo prime informazioni, si tratta di un lotto diverso da quello sospeso dall’Aifa giovedì scorso. 

Le precisazioni dell’AIFA

L’AIFA, avendo avuto notizia che sta circolando sui social una versione falsa del comunicato AIFA n.632 pubblicato in data 11 marzo u.s. nella quale vengono riportati falsi numeri di lotti di vaccino AstraZeneca contro il Covid19, ribadisce che l’unico lotto di vaccino AstraZeneca oggetto del divieto d’uso sul territorio nazionale è il numero ABV2856.

L’AIFA intende ricordare che ogni azione mirata a diffondere notizie false e pericolose per la collettività, sarà contrastata con ogni mezzo.

L’AIFA si riserva di intraprendere tutte le opportune azioni legali contro tale illecita divulgazione.

 





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *