Controlli anti droga a Palermo e provincia: nove arresti e cinque denunciati



Sono nove le persone tratte in arresto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo, negli ultimi giorni, per coltivazione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti; sei di loro sono palermitani e hanno fra i venti e i trent’anni. Cinque sono i denunciati per gli stessi reati, e numerose le segnalazioni alla Prefettura per gli assuntori.
Specifici servizi finalizzati al contrasto e alla repressione del reato si sono concretizzati in numerose perquisizioni, conclusesi positivamente anche grazie al determinante apporto del Nucleo Cinofili.

La sostanza stupefacente sequestrata ammonta a 193 grammi di cocaina e 40 di eroina, 3 grammi di *crack *equivalente a circa 22 dosi, 10 grammi di *hashish* e oltre 2 chilogrammi di marijuana, quest’ultima parzialmente suddivisa in dosi. Rinvenuto e sequestrato anche un flacone di metadone del peso di circa 170 grammi.
Il denaro contante posto in sequestro, ritenuto provento dell’attività di spaccio, ammonta complessivamente a quasi 1000 euro; la sostanza stupefacente è destinata al campionamento e all’analisi a cura del competente Laboratorio del Comando Provinciale di Palermo.

Particolare rilievo ha avuto un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato ieri dai militari della Compagnia di Carini, nel corso del quale è stato tratto in arresto G.s, ventunenne palermitano, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e furto di energia elettrica: nell’abitazione del giovane è stata infatti scoperta una serra *indoor* che contava 118 piante di *cannabis *in piena maturazione, con fusti di un metro.

La serra, dagli accertamenti effettuati, era dotata di un impianto di irrigazione, illuminazione ed aerazione alimentato grazie ad un allaccio abusivo alla rete elettrica nazionale. Inoltre, un locale apposito era adibito all’essiccazione delle infiorescenze. Circa 600 grammi di sostanza erano già stati confezionati per la cessione: immessa sul mercato al dettaglio, avrebbe potuto fruttare fino a 9000 euro.

Fra gli arrestati anche un trentacinquenne palermitano: i Carabinieri della Compagnia San Lorenzo, intervenuti presso la sua abitazione per un’aggressione messa in atto nei confronti dei genitori conviventi, hanno trovato una pianta di *cannabis*. L’uomo stava cercando di costringere i genitori a consegnargli del denaro per acquistare *crack*; l’arresto è stato convalidato dal G.i.p, che ha disposto la custodia cautelare in carcere.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *