Omicidio Caccamo: nuove indagini in corso, si cerca il cellulare di Roberta



Vanno avanti senza sosta le indagini per far luce sull’omicidio della giovane caccamese Roberta Siragusa. Nuovi sopralluoghi dei Ris a Caccamo, si cerca il cellulare della vittima. Mentre si attende l’esito dell’autopsia i tecnici informatici dei carabinieri stanno passando al setaccio i tabulati telefonici, le conversazioni sui social, il computer di Roberta. Le indagini proseguono a 360 gradi per risalire alla verità, quella verità che chiede con forza la famiglia e tutta la comunità caccamese. Oggi è in programma l’incidente probatorio.

Seguirà nei prossimi giorni l’autopsia: un lavoro complesso per il perito Alessio Asmundo, dell’istituto di medicina legale policlinico di Messina, nominato dal gip Angela Lo Piparo. Al lavoro anche della famiglia di Roberta Siragusa, Sergio Burgio e Giuseppe Canzone che chiedono agli amici maggiore collaborazione e alla stampa di rispettare il dolore di mamma e papà. Le indagini sono concentrate su Pietro Morreale, unico indagato, a cui non è stato convalidato il fermo, ma è stata applicata la misura cautelare in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria. Morreale era difeso dagli avvocati, Giuseppe Di Cesare e Angela Barillaro, ma è di oggi la notizia che nominerà un nuovo legale. Seguiranno in giornata, nuovi aggiornamenti. 





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *