Arianna Attinasi: “Ovunque lascerò un sorriso”

Condividi questo articolo



 

Arianna Attinasi, l’esordio del primo album, un’attesa paziente e con il sorriso.

“Sorriderò al tempo che mi porta via da te,
gli racconterò le favole per farlo addormentare,
mi chiederò perché l’uomo ha bisogno di radici,
che vanno e vengono come i petali di un fiore”.

Il testo, una  poesia profonda fatta di speranze, di sogni, di desideri, è accompagnato da una voce delicata che parla di uomini, del tempo di una storia comune sempre in continua ricerca della propria identità. Una meditazione sensibile fatta di sentimenti, di emozioni,che spinge ad inseguire le tante inclinazioni.

La vita si rigenera, offre tante possibilità e permette di poter inseguire  le aspirazioni possibili da rintracciare pian piano nel corso della propria esistenza al fine del raggiungimento di una costruzione personale fatta di esperienze sempre più nuove:petali che si rigenerano, che si susseguono  creando nella loro armonia la bellezza della vita, la complessità di una persona, in tutta la sua realtà. Non sempre ci sono giorni facili, ma il tempo va anche un po’ ingannato, allietato con pensieri positivi e assecondato nutrendolo con i ricordi più belli. Un modo alquanto efficace per trarre il meglio anche dal difficile. Solo chi comprende l’essenziale  ha vissuto veramente. In effetti, la pazienza è la virtù dei forti, assieme al coraggio.

 

Arianna, vera artista poliedrica (insegnante, pianista, cantante e titolare della nota casa editrice madonita, edizioni Arianna), fa sapere: “A marzo sarebbe dovuto uscire il mio primo album, al quale lavoro da tempo, prodotto da me e dal maestro Vincenzo Mancuso. Visto il particolare momento che stiamo vivendo, a livello internazionale, ho preferito posticiparne l’uscita. Penso che racconti  il periodo che stiamo vivendo, affinché possa esserci sempre un sorriso.

Intanto, però, ho il piacere di condividere con voi un brano:

Ovunque lascerò un sorriso 

L’ho scritto qualche anno fa, ma lo trovo molto adatto a raccontare questi giorni e a riempirli di sorrisi, sempre e comunque.
Hanno suonato, oltre a me e a Vincenzo Mancuso, Leonardo Bartolone, Giuseppe Bruno.
Doppie voci Maria Luisa Florio.
Foto di Damiano Macaluso, Luigi Pintacuda, Santo Eduardo Di Miceli.
Grazie a Leonardo Bruno.
Pietro Attinasi, Antonio Minutella”.

Un grande augurio ad Arianna ed al suo successo che attende solo di essere condiviso e festeggiato al meglio.

Il video :