Palermo, a Borgo Nuovo centro sociale chiuso, Figuccia: “I residenti chiedono la riapertura al sindaco”

Condividi questo articolo

“Affidateci i locali dell’ex centro sociale di piazzale Fausto Pirandello. E’ l’appello lanciato al sindaco Orlando da alcuni residenti di Borgo Nuovo”, lo afferma Sabrina Figuccia, consigliera comunale dell’Udc di Palermo.

Condividi questo articolo



Affidateci i locali dell’ex centro sociale di piazzale Fausto Pirandello. E’ l’appello lanciato al sindaco Orlando da alcuni residenti di Borgo Nuovo”, lo afferma Sabrina Figuccia, consigliera comunale dell’Udc di Palermo, che prosegue: “Da tanto, troppo tempo, Borgo Nuovo è un quartiere abbandonato a sé stesso, dove gli spazi sociali sono quasi inesistenti. Ma ci potrebbe essere una piccola isola felice, soprattutto nella parte più estrema e periferica. Da oltre un anno, infatti, i locali comunali che ospitavano il centro sociale “Città Aperta” sono chiusi, dopo che era scaduta la convenzione con il Comune stipulata dall’associazione che lo gestiva”.

Adesso, alcuni residenti della zona hanno chiesto al sindaco Leoluca Orlando e all’assessore alle Attività sociali Giuseppe Mattina la gestione di questi locali, che possono rappresentare un punto di riferimento importante per i tanti bambini e ragazzi del quartiere“, aggiunge la Figuccia.

Sarebbe davvero un bel segnale di rinascita e di riscatto – conclude la consigliera – per una zona della città troppo spesso dimenticato dalle istituzioni e dalla politica”.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *