Coronavirus: si va verso la promozione di massa e maturità senza l’esame scritto

didattica a distanza
Condividi questo articolo



L’ipotesi è legata al fatto che gli studenti non potranno rientrare a scuola entro la fine dell’anno scolastico. Per questo si prevede che nessuno studente sarà bocciato, nemmeno chi è indietro in qualche materia. Inoltre, la maturità, vista l’eventuale impossibilità di effettuare l’esame a scuola, potrebbe essere senza scritti ma solo con un maxi  esame orale. E’ il piano di emergenza che il ministro Azzolina sta preparando per portare a termine l’anno scolastico in questa situazione di “guerra”.

Il via libera al piano lo si avrà solo dopo Pasqua quando si capirà se il rientro nelle aule sarà ipotizzabile per maggio oppure se si andrà a chiudere con i ragazzi a casa fino a giugno.

A rivelare in anticipo quello che potrebbe essere il progetto del ministero dell’Istruzione è il quotidiano Repubblica. Secondo il giornale nessuno studente perderà l’anno ma non ci sarà un “6 politico” per decreto. Questo sempre che nel primo quadrimestre il voto in materia sia stato al di sopra di 4.

 

 

 

 

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *