La termitana Vallelunga su disposizioni Covid 19

Condividi questo articolo






Riceviamo e pubblichiamo comunicato del candidato sindaco Graziella  Paola Vallelunga
Gentile Signor Commissario,

Sono stata esortata piu volte ad aprire un dialogo con Lei in questi due mesi di mandato in quanto alcune situazioni inerenti la città sembrano in” balia degli eventi” e creano molto disagio alla popolazione ( atti di vandalismo, acqua mancante a Rocca Rossa etc) ma per rispetto istituzionale ho lasciato che i consiglieri si occupassero dei problemi ma purtroppo non sempre c’è un immediata risposta istituzionale ad esempio sulla questione dell’acqua nonostante la piena emergenza COVID19 che ha messo in gravissima difficoltà tanti cittadini della zona.

In Luglio, avevo incontrato il Suo predecessore per chiedere l’ abolizione del pagamento delle strisce blu che si trovano nei pressi dell Ospedale Cimino in quanto, trovo inammissibile che la gente che si reca in ospedale per motivi di salute debba anche pagare una tariffa, pertanto con la presente, ne approfitto per chiederLe la sospensione definitiva di questa tassa che grava sui cittadini visto che l ‘attuale sospensione del pagamento generale messa in campo anche da moltissimi comuni per questo periodo del CoronaVirus , è a termine, ma a breve la gente, dovrà tornare a pagare i parcheggi ma almeno, nella zona Ospedale sarebbe opportuno sospendere in via definitiva tale” tassa ” essendo che tra l’ altro, non sono rispettate le norme per la disposizione delle strisce blu quindi si prega emettere un provvedimento per abolire definitivamente il pagamento in quella zona .

Adesso però le scrivo per l’emergenza sanitaria e per i due casi accertati su Termini Imerese di CoronaVirus in quanto avendo provato a contattatarLa telefonicamente un paio di giorni fa in via preventiva, mi è stato riferito che Lei sarebbe stato irreperibile (telefonicamente) sino al 23 Marzo(non è un segreto che la popolazione lamenta la Sua periodica assenza non solo fisica ma anche come istituzione cui fare riferimento ) ed inoltre non ho trovato nessuna segretaria o servizio di segreteria che facesse “le sue veci “neanche con trasferimento di chiamata o numero attivo da contattare, ma è anche se gli uffici devono restare chiusi in questo per il periodo poteva ( e doveva a mio parere ) attivare il trasferimento di chiamata con la segretaria e lavorare in modalità ” smart working ” invece non c era neanche la Segretaria !! Pazzesco ! Almeno questo è quanto mi è stato comunciato dal centralino non avendomi passato nessuno e dicendo che il Comune “era deserto ” ma in questo momento piu che mai la città ha bisogno di un riferimento certo e non di una figura che ” scappi “… Come Nazione, sia umanamente che per la drammaticità nel suo insieme a causa del #CORONAVIRUS stiamo pagando un prezzo altissimo che ci sta costando vite umane e gravissimi danni economici a causa della chiusura di quasi tutte le attività che come dovrebbe sapere stanno dando l’ affondo all’intera economia del Paese e specialmente, alla città di Termini Imerese . Mi sono fatta portavoce nei confronti del Presidente Conte giorni fa di un Istanza con la quale chiedevo un aiuto speciale per Termini Imerese e ( paesi limitrofi) e sono in attesa di risposta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri visto che servono importanti misure per l’immediato rilancio della città, ma in generale, le misure ,sino ad oggi intraprese da parte dell Amministrazione Comunale a mio parere ,sono insufficienti a garantire la sicurezza della città e di tutti i suoi abitanti , basta anche pensare che per ottenere la Sanificazione , cosa che molti Sindaci hanno messo in pratica per “buon senso”, immediatamente, per riuscire ad ottenerla a Termini si è dovuto fare “grida in piazza” quando che si poteva disporre subito la Sanificazione delle strade (oltre alla sanificazione del Comune) negli stessi giorni e con largo anticipo rispetto ai casi Coronavirus conclamati .

Adesso più che mai ,Termini ha bisogno di una guida forte, capace visto che ci sono delle iniziative da dover prendere con la massima urgenza e serve lucidità e preparazione oltre che il rispetto delle regole e dell informazione che per i cittadini deve essere cristallina , autorevole e costante ‘ e nessuna voce puo esserlo più di quella di un Sindaco che Lei non a caso è stato chiamato in veste di Commissario a rappresentare,non certo si puo lasciare la città nelle ” grida in piazza ” di alcuni consiglieri comunali che pur se animati da buona volontà faticano a mio parere a rapportarsi con chi di dovere o del “Presidente del Consiglio Comunale ” essendo che spesso, non sono aggiornati appieno sui fatti da comunicare alla popolazione dando l impressione che” la città sia davvero allo sbando ” e purtroppo senza la guida del Primo Cittadino,( in questo caso Sua che dovrebbe farne le veci ) la città è giustamente nel panico e se Lei lascia scoperta la nave “tutto si complica..! se la gente deve prendere come riferimento i giornali (cosa che ritengo eventualmente anche giusta) i comunicati da parte dell amministrazione devono essere inviati aggiornati (dal momento che Lei non mi pare posti aggiornamenti costanti sui social) e deve essere raccontato cosa accade in città ancor più che certi politici locali “caduti dal Pero” , si sono accorti (a mio parere) all improvviso e con molto ritardo dell emergenza Virus annunciata… ma i cittadini hanno tutto il diritto di sapere come stanno i fatti e anche se a volte i fatti,possono essere piu preoccupanti del solito è giusto che sappiano cosa succede e non invece che si taccia perchè ciò mette ancora piu ansia alla popolazione( di quella che si manifesta dalla conoscenza dei fatti) che scaturisce dal non avere nessuna certezza su cio che accade o accadrà e Non si puo sperare solo sull ‘informazione di giornaliste/i preparate che vanno a “caccia ” di informazioni e che pur avendo l intento di informare vengono addirittura accusate di diffondere fake news ! Non credo che gli organi Sanitari preposti vogliano combarrere COVID 19
sperando nella “quarantena di tutti ” lavandosene le mani” o attendendo gli eventi .. a mio parere serve fare più tamponi perchè la rianimazione è piccola e se esploderanno troppi casi perderemo vite umane , purtroppo non sappiamo quanti sono i contagiati con certezza nè quando potrebbe esplodere il picco in Sicilia con certezza, nè quanti sono i contagiati al momento tali da trasmettere il Virus a terzi da asintomatici , non sappiamo se in città ci sono medici di base contagiati, quindi ci sono tante cose da fare per tutelare i temitani e non si possono attuare se nessuno risponde ai numeri del Comune o senza una guida autorevole o addirittura assente per giorni…. Personalmente vorrei suggerirLe di sottoporre il personale medico dell Ospedale di Termini imerese , i medici di base di Termini con immediatezza al tampone CoronaVirus e anche di predisporre tamponi anche per gli eventuali pazienti ricoverati in medicina e rianimazione a Termini Imerese, e di aumentare comunque in generale il numero di tamponi ed estenderlo anche a chi è stato nelle zone rosse etc. Oltre che capire in che condizioni versa l Ospedale termitanoe se necessità di misure preventive .Ho saputo che la moglie di un contagiato nonostante sia incinta non è stata sottoposta al tampone cosa davvero dal mio punto di vista inaccettabile!ci sono quindi tante le cose di cui occuparsi e da un punto di vista dell economia della città che a breve rischia il tracollo anche sanitario!
Per affrontare la Pandemia Le chiedo anche di nominare un responsabile di unità di crisi locale
che possa interfacciarci con gli organi sanitari, con la Regione e con la stampa ( se Lei non puo farlo )
entro 3 giorni, per dare notizie certe e la Invito con la massima urgenza anche a comunicarmi
quali eventuali altre azioni state mettendo in campo per contenere la Pendemia ed in tutela della Salute pubblca
dal canto mio La invito ancora ad attivarsi da subito per reperire le mascherine ( e guanti ) da fornire agli operatori che collaborano con la pubblica amministrazione a salvaguardia della salute e nel rispetto delle norme del lavoro, di lasciare un numero attivo 24 ore su 24 potenziando la guardia medica e fornendo agli stessi operatori medici ogni supporto da parte Sua al reperimento delle Protezioni individuali DPI cosi come prodigarsi al reperimento delle mascherine per tutti gli operatori pubblici anche per i cittadini o in alternativa coinvolgere immediatamente le associazioni e come avevo suggerito giorni fa anche delle Guardia Forestali ( o Vigili del Fuoco ) adoperandosi dal fornire prima a tutti i DPI per consentire la gestione degli anziani che hanno necessità facendo un censimento urgente della popolazione che vive da sola perchè anche se hanno figli non possono uscire di casa e rischiamo che muoiano anziani o diversamente abili lasciati soli quindi deve essere assicurato che tutti abbiano la spesa a casa,e di tutte quelle urgenti necessità cittadine che fanno capo ad un Primo Cittadino ( o Commissario che sia )
he la responsabilità della Salute Pubblica, della Sicurezza e della tranquillità socio economica
che deve trasmettere mettendo in campo ogni altra utile iniziativa per tutelare gli interessi della città e la comunuità tutta visto che molti anziani non guardano i social e se nessuno oltre alla bandizzazione
è necessario che qualcuno vada a bussare alla loro visto che magari non sanno che esiste un numero di emergenza o non sanno come comportarsi , non sanno che ci sono dei casi in città etc !Personalmente mi tanti esercenti , dei piccoli imprenditori , ma anche lo sconforto delle Partita Iva, sono adoperata oltre che con i Ministeri anche con la Regione per chiedere alla stessa ogni misura speciale a prescindere da quelle Governative e sopperire alla mancanza di liquidità dì tante famiglie che a breve saranno in serissima difficoltà e privi di liquidità per fare la spesa.
Alla luce di tali problemi oggettivi e, di tanta lontananza da parte dell istituzione locale
(e forse anche regionale dai cittadini) in qualità di Presidente Pro Tempore del Partito Politico Rinnovamento per l ‘Itali, nel’ interesse pubblico diffuso esortata da alcuni cittadini in piena Pandemia Covid 19
La diffido a fornirmi una risposta entro 3 giorni alla presente sia su quanto Le ho proposto e per quanto possibile attuare entro 3 giorni tutte le misure necessarie dal ricevimento della stessa di attuare entro 3 giorni,
le misure che Le ho suggerito o comunque altre Sue eventuali misure idonee a tutelare i cittadini termitani
essendo che Lei come Commissario è responsabile della salute pubblica e si valuteranno eventuali
Sue mancanze da parte mia e di Rinnovamento per l’Italia in caso di gravi danni alla popolazione per eventuale assenza di misure idonee a proteggerli fermo restando che se non si sente di poter svolgere appieno tale ruolo
Le chiedo di rimettere il Suo mandato con immediatezza nelle mani della Regione Sicilina al fine di lasciare spazio a chi con piu assiduità e fermezza potrebbe adoperarsi in questo momento cosi tragico per tutti.
Quindi gentile Commissario, a Lei la scelta.. o si mette di gran corsa al Timone della Nave o l’ abbandona,
ma lo deve fare immediatamente perchè i cittadini necessitano di tutele oggi , non ” domani perchè purtroppo
il Virus corre veloce ..

Messaggio per la Regione Sicilia : Essendo che la Regione Sicilia ci legge in copia, chiedo al Presidente Musumeci di valutare la questione appena raccontata prendendo comunque una Sua eventuale decisione e di non abbandonare i termitani .Un atto di responsabilità non si può solo chiedere ai cittadini ma a mio parere deve interrogarsi anche la pubblica amministrazione se sta mettendo davvero in atto tutte le misure cautelative visto che al momento i cittadini termitani si sentono ” soli ”

Inoltre diffido la Regione Siciliana a fornirmi entro 3 giorni una risposta scritta a proposito della mia precedente missiva che aveva come oggetto CORONAVIRUS E SPOSTAMENTO DATA ELEZIONI
dal momento che pur avendo visto che il Presidente Musumeci ha messo in atto alcuni suggerimenti
tra cui lo spostamento della data delle elezioni sono state rinviate di pochi giorni e cio non consentirà al 14 Giugno di poter adempiere in serenità a tutte le operazioni di rito come già segnalato nella mia missiva del 27 / Febbraio inviata la notte del 28 pertanto si formalizza anche una richiesta di ulteriore spostamento essendo che anche la data ( 14 Giugno )è ancora troppo vicina oltre a restare in attesa della risposta a tutta la missiva del 28 Febbraio









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *