Polizia: sorpreso con la refurtiva trafugata da una struttura ospedaliera, arrestato pregiudicato

Condividi questo articolo






La Polizia di Stato ha tratto in arresto Romeo Daniele, 24enne pregiudicato palermitano, in atto sottoposto alla misura del divieto di dimora presso il Comune di Palermo,  ritenuto responsabile di alcune incursioni a scopo di furto all’interno dei locali della struttura ospedaliera “Policlinico Paolo Giaccone” di Palermo.

L’odierno arresto trae origine da alcune denunce di furto presentate da personale medico interno al nosocomio.

I fatti: nel pomeriggio dello scorso martedì, è giunto presso il Pronto Soccorso del Policlinico un giovane con una ferita al volto, questi, accettato al triage, è stato condotto presso il reparto di chirurgia plastica ricostruttiva della struttura per la sutura della ferita; una volta medicato e mentre era in attesa del referto medico, il giovane si è introdotto all’interno degli spogliatoi del personale medico e si è impossessato di alcuni effetti personali di dipendenti della struttura, salvo poi essere sorpreso da un medico, che lo aveva riconosciuto quale autore di un altro precedente furto all’interno dell’ospedale; il malvivente era poi riuscito a guadagnare la fuga calandosi, attraverso un tubo, da una finestra;  pochi istanti più tardi su strada, nei pressi dell’ospedale, era stato rinvenuto un sacco in plastica con all’interno parte della refurtiva, che il malvivente aveva verosimilmente lasciato cadere durante la fuga.

La notte scorsa è stato compiuto un altro raid presso il nosocomio: un ladro si è introdotto all’Istituto di Igiene, trafugando diverso materiale medico e alcuni prodotti alimentari contenuti all’interno delle macchinette erogatrici poste nei locali del reparto; l’autore del furto è stato poi sorpreso da un medico che, insospettito per alcuni rumori provenienti da una porta taglia fuoco, è sceso presso gli spogliatoi, imbattendosi nel giovane, Romeo appunto, riconosciuto quale autore delle precedenti incursioni, mentre era intento a frugare all’interno degli armadietti dei medici; il malvivente, scoperto, ha lasciato la refurtiva e con mossa fulminea è riuscito a scappare e a far perdere le proprie tracce.

Nella mattinata odierna, gli agenti del Commissariato di P.S. “Oreto Stazione”, attivamente impegnati anche nell’individuzione degli autori delle scorribande ospedaliere, nel corso delle attività di controllo del territorio, connesse pure alla verifica del rispetto delle misure per il contenimento dell’emergenza sanitaria in atto, nei pressi di piazza Brunaccini, hanno notato Romeo seduto sui gradini di un edificio; alla vista dell’auto della Polizia di Stato il giovane ha tentato di dileguarsi, circostanza che ha insospettito ulteriormente gli agenti; immediatamente è stato raggiunto e sottoposto ad un accurato controllo; addosso portava uno zaino, al cui interno gli agenti hanno rinvenuto diverso materiale sanitario – tra cui dei tamponi –  chiaramente riconducibile ai recenti furti perpetrati presso il Policlinico, nonché alcuni prodotti alimentari dello stesso tipo di quelli asportati dal distributore trafugato stanotte presso il nosocomio. A quel punto Romeo è stato tratto in arresto per il reato di furto aggravato e condotto presso gli uffici del Commissariato Oretpo-Stazione per i successivi adempimenti; al contempo è stato anche denunciato all’Autorità Giudiziaria in ordine alla violazione delle misure adottate dal Governo per il contenimento del Covid, per le quali è risultato oltretutto recidivo negli ultimi giorni, ed al mancato rispetto delle prescrizioni relative alla misura cui era sottoposto.

L’Autorità Giudiziaria, tempestivamente informata dell’arresto dagli agenti, ha disposto la traduzione del malvivente presso la Casa Circondariale “Lo Russo-Pagliarelli”.










Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *