Gli studenti dell’istituto “Antonio Gramsci” di Palermo hanno incontrato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Gli alunni della scuola secondaria di primo grado "Antonio Gramsci" di Palermo

Condividi questo articolo






Docenti "Antonio Gramsci"

Immagine 1 di 2

La dirigente Vincenza Caleca e i docenti accompagnatori della scuola secondaria "Antonio Gramsci" di Palermo

Un importante momento formativo caratterizzato da intense emozioni. Questo è ciò che ha vissuto un gruppo di studenti palermitani in visita al Palazzo del Quirinale, dove risiede ed opera la massima carica istituzionale della Repubblica italiana. Gli alunni della scuola secondaria di primo grado “Antonio Gramsci” di Palermo hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al quale hanno posto alcune domande durante un incontro che ha costituito il momento più emozionante di un viaggio d’istruzione nella capitale. Una giornata formativa diversa, durante la quale le attività di cittadinanza e di educazione alla legalità e alla convivenza civile e democratica, che costituiscono uno dei punti cardine dell’offerta formativa della scuola secondaria “Antonio Gramsci” e che normalmente si svolgono all’ interno delle aule o con attività extra-scolastiche nell’ambito del territorio, questa volta si sono svolte fuori dalla nostra isola. Il viaggio nella capitale con la visita al Palazzo del Quirinale ha rappresentato per il gruppo di studenti che vi ha partecipato un momento emozionante ed altamente formativo. Alcuni alunni delle classi II D, II F e II H , accompagnati dalla dirigente scolastica Vincenza Caleca coadiuvata dalle docenti dello staff di Presidenza Claudia Consiglio e Domenica Sicari e dagli insegnanti Paolo Amella, Maria Letizia Bruno e Rosaria Sapienza,  sono stati ospitati in una delle sale del Quirinale, insieme ad altri studenti provenienti da scuole secondarie della nostra penisola. “Un’esperienza ricca di emozioni e di spunti di riflessione per tutti noi – ha commentato la professoressa Vincenza Caleca, dirigente scolastica dell’istituto palermitano. “È stata una sensazione straordinaria – ha continuato la dirigente Vincenza Caleca – leggere negli occhi degli studenti la meraviglia di trovarsi in un luogo così prestigioso, fecondo di storia e di cronaca e dotato di un’inestimabile ricchezza dal punto di vista artistico e culturale; i ragazzi hanno potuto rivolgere alcune domande al Presidente Mattarella e la semplicità e la chiarezza del linguaggio utilizzato, unitamente alla profondità delle risposte date, resteranno senza alcun dubbio impresse nella loro mente. Un momento altamente formativo che ha costituito uno splendido esempio di vicinanza tra la scuola e la massima istituzione del nostro Paese”.  Gli studenti, che sono stati ricevuti al Quirinale insieme agli alunni degli istituti comprensivi Barbara Rizzo di Formello (RM) , “Vittorio Falsina” di Castegnato (BS) , “Angelo Musco” di Catania, Arnaldo Fusinato di Schio (VI) e dell’istituto secondario di primo grado “Angelo Sacerdoti” di Roma, hanno ricevuto copia della Costituzione della Repubblica Italiana. Presente all’incontro Lucia Azzolina, Ministra della Scuola.

Cecilia Cimò

Lucia Azzolina, Ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca

 

 

 










Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *