Federica Neglia: la vera arma del mondo dovrebbe essere uno strumento musicale

3 min read

Rimani sempre aggiornato


Himeralive.it ha intervistato, a cura di Pippo Intile, l’artista caccamese Federica Neglia.

Cantante poliedrica, spazia dalla lirica all’operetta alla musica leggera, Federica Neglia, laureata in canto lirico e musica da camera, fa parte della compagnia di operette del Teatro Al Massimo di Palermo ed ha vinto diversi concorsi canori in giro per l’Italia. Si è esibita per artisti nazionali ed internazionali, quali Nicola Piovani, Roy Paci, Matteo Bocelli, Ruggiero Mascellino e Franc D’Ambrosio. Ha partecipato a manifestazioni di rilevanza, come quella alla Camera del Senato per la giornata contro la violenza sulle donne, andata in onda in diretta su RAI Uno, esibendosi con la Women Orchestra, di cui è la voce solista.

Federica, lei è un soprano apprezzatissimo, così come suo marito, il tenore Marco Leone e che trasmettete ovunque intense emozioni. Ecco, le volevamo chiedere cosa rappresenta per lei la musica?

«Un caro saluto a voi e grazie per l’invito!
Per me, la musica, rappresenta tutto un mondo, in cui tutti parlano la stessa lingua e tutti si ritrovano! È un mezzo per arrivare allo spirito, al benessere, all’emozione più intensa di un’arte che è di tutti! Sia per me che per mio marito, la musica, oltre ad essere un lavoro, è anche un filo che ci lega da sempre…Ci siamo conosciuti cantando insieme, viviamo di musica e attraverso quella condividiamo delle esperienze uniche».

1

Immagine 1 di 3

Federica, il Santo Natale si avvicina, cosa si sente di dire come artista? E può la musica addolcire tutte le brutture che accadono in questo momento nel mondo?

«Artisticamente, parlando appunto di musica e Natale, vorrei suggerire a tutti di ritagliarsi del tempo per andare a teatro, andare a seguire concerti e cantare i vari brani tradizionali… può sembrare una banalità, ma farlo ci distoglie per un pò dalla quotidianità e dalle difficoltà della vita odierna! La musica aiuta l’anima e da energia al corpo…ascoltare musica ti lega ancora di più a Dio, all’infinito…Io dico sempre: Più Musica e meno Armi! Se nelle scuole si insegnasse da subito l’educazione musicale, ci sarebbero più artisti e meno terroristi!
La vera arma del mondo dovrebbe essere uno strumento musicale! Per colpire dritto al cuore, come fa davvero la musica!».

Infine, un pensiero alla sua Vittoria: gli auguri dalla redazione di Himeralive.it Cosa augura a sua figlia?

«Grazie per gli auguri!
A mia figlia auguro una vita di serenità e di gioie! Ovviamente mi auguro che la musica sia sempre la sua compagna di vita e che viva in una società diversa! In cui le donne vengano rispettate di più! In cui gli uomini siano più aperti all’idea che non esiste più il sesso forte e debole! Uomini e donne sono davvero uguali!
Grazie ancora a voi e buone sante feste a tutti».
CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli: