Giornata contro la violenza: chiedetelo alle donne non oggi, non solo domani, sempre

4 min read

Rimani sempre aggiornato


Giornata contro la violenza sulle donne. Ci sono silenzi invisibili che racchiudono sofferenze di tante donne nel loro vivere attuale, nel quotidiano. In contesti vari. Ma restano lì, tumulati nell’anima. Gestiti male. Soffocati. Giustificati. E a volte con essi si convive.

Silenzi che vanno però spezzati, compresi, abbracciati. Ci sono silenzi che vanno compresi. Che hanno bisogno di aprirsi al presente che deve essere pronto ad ascoltare. A far trovare luce e più sorrisi.

Le donne non hanno chiesto potere.

Non hanno chiesto mai di più.

Hanno chiesto solo di non essere sminuite in nessun campo.

E dagli uomini, possono aver chiesto protezione, attenzione, cura, riguardo.
Soprattutto amore, perché è ciò che rende una donna più bella, felice, sicura, sorridente, serena.

Quello che non sempre viene capito è che l’amore è l’acqua che rende floridi i petali del fiore più prezioso: la vita della donna.
Colei che genera, colei che se dato amore lo moltiplica. Mogli, fidanzate, nonne, amiche, madri, figlie… donne che hanno occhi che chiedono in silenzio.

E ogni uomo, quel silenzio, è chiamato a leggerlo. Uomini grandi e non uomini mediocri per questa società.
Uomini che si piegano alla tenerezza, alla purezza di un sentimento, che s’inginocchiano dinnanzi a ciò che è puro, a ciò che viene dato a loro in dono. Non è debolezza. È la più grande ed operosa forza questa: il poter essere d’esempio.

Uomini che proteggono. Uomini che sanno ascoltare, sacrificarsi, mettersi anche da parte per poter rendere felici.
Uomini che sanno chiedere scusa, che sanno anche piangere, che sanno essere forti nel cuore e nella mente. Uomini capaci di perdonare. Di interiorizzarsi.
Uomini capaci di costruire e non di demolire

Uomini che non deludono. Che non arrecano sofferenza. Che conoscono dei doveri. Che sanno avere principi sani.

Uomini che sanno resistere, che non si fanno tentare dalla cattiveria, dall’egoismo, dal male.
Uomini che sanno fare promesse e mantenerle.

Uomini che in un abbraccio confessano ogni segreto dell’anima. Che sanno fondersi in un altro cuore.

Uomini che non hanno smesso di amare, che sanno credere e portare avanti i più grandi dei valori.

Uomini che sanno creare famiglia.

Che conoscono l’unione.

Che sanno essere fedeli ed hanno coraggio di vivere con onore e dignità questa vita abbracciando più virtù.

Chiedetelo alle donne cosa vorrebbero davvero.

Non solo oggi, non solo domani.

Ma se state in silenzio,
guardandole negli occhi,
la risposta potrete ascoltarla, leggerla dentro la loro anima senza che ve lo dicano o spieghino.

Molte donne stanno in silenzio. Aspettano troppo. Soffrono duramente senza che voi sappiate mai riconoscere quanto grande è a volte il loro dolore.

Le donne sono abili a trasformarsi, a
 cambiare il loro volto in vostra presenza così come fanno con un abito, facendovi vedere che va tutto bene, che sono serene.

Ma non sapete girato l’angolo, quanto a volte disperatamente piangano per voi e non c’è nessuno che potrà mai consolarle. Nessuno a cui potranno mai confidare il perché dello stringersi del loro cuore. Sanno subito confondere le infinite lacrime e volto arrossato con fondotinta, mascara nuovo, fard e rossetto e riapparire di nuovo bellissime subito dopo uno sfogo estremo.

Ma il loro cuore ferito, il loro sguardo perso, come sono realmente dentro e perché, sta alla vostra sensibilità capirlo.

Avete voi infondo questo dono: o di dare vita a una donna, o di distruggerla . Ecco perché è un fiore nelle vostre mani. Perché comunque siete responsabili del loro cuore, che si affida a voi. E questo ” affidarsi”  è qualcosa di bello. È avere totalmente fiducia. È un abbandonarsi.

Le donne non si fanno mai felici o si accontentano con gioielli, regali e altro di materiale, di superfluo o di effimero. Con un compensare.

La loro felicità, quella vera, a volte, realmente dipende solo da voi.

 

 
CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli: