Matteo Messina Denaro, spunta un’altra amante: “Non sapevo che fosse il boss”

2 min read

Rimani sempre aggiornato


Nell’ambito delle indagini legate alla cattura di Matteo Messina Denaro spunta un’altra amante del boss. La donna si sarebbe spontaneamente presentata dai carabinieri poco dopo l’arresto del superlatitante. Ai militari ha detto che non sapeva che fosse il capomafia ma la versione non avrebbe del tutto convinto.

Pochi giorni dopo l’arresto di Matteo Messina Denaro è andata dai carabinieri con il suo avvocato a raccontare di aver avuto con quell’uomo una relazione. In realtà, ha raccontato, lui si era presentato come Francesco Salsi, medico in pensione, e solo dopo la cattura lei, insegnante di matematica, aveva scoperto chi fosse davvero. Lui l’aveva corteggiata, pur sapendo che era sposata, ed era nato un rapporto. Una versione che cozzerebbe con il fatto che la donna in questione è moglie di un arrestato per mafia ritenuto vicino al boss di Campobello di Mazara Franco Luppino.

Dell’amica del boss parla il gip che ieri ha disposto l’arresto di un’altra persona vicina al padrino, la maestra Laura Bonafede. Quest’ultima è la figlia del boss di Campobello di Mazara finita in manette per favoreggiamento e procurata inosservanza della pena ritenuta sentimentalmente vicina al boss. Nelle pagine della misura cautelare vengono fuori l’irritazione e la gelosia della maestra verso l’ultima frequentazione del capomafia. L’amica di Messina Denaro viene chiamata in codice dalla Bonafede “Sbreghisi”.


CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli:

+ There are no comments

Add yours