Pensionati: cambio al vertice

Armando Zanotti eletto segretario generale Fnp Cisl Palermo Trapani

 

Armando Zanotti, già componente di segreteria, è il nuovo segretario generale Fnp Cisl Palermo Trapani. A eleggerlo sono stati i pensionati che compongono il consiglio generale della Federazione, insieme alla sua segreteria composta da Salvatore Grassa e Raffaella Magnis e alla presenza di Daniela Fumarola segretaria organizzativa nazionale Cisl e attualmente reggente FnpCisl nazionale, Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani e Sebastiano Cappuccio segretario generale Cisl Sicilia.

Succede a Rosaria Aquilone eletta segretaria generale Fnp Cisl Sicilia. Zanotti, lavoratore della Fiat in pensione, quindi guiderà la Federazione dei pensionati di Palermo e Trapani, con alle spalle 50 anni di militanza nella Cisl, dove ha ricoperto diversi ruoli come quello di componente di segreteria Cisl Sicilia e Cisl Palermo, della segretaria nazionale Fai Cisl, presidente Anteas Palermo, e nell’ultimo anno, componente della segreteria che ora lo vedesegretario generale. Fra i punti al centro del suo nuovo incarico, per Zanotti c’è l’impegno sul fronte delle politiche sociali e sanitarie per i più fragili.

“Incalzeremo sempre di più le amministrazioni locali e i distretti sociosanitari – ha spiegato il segretario generale Fnp Cisl Palermo Trapani – per attivare in ogni territorio i tavoli permanenti sulle politiche sociosanitarie, bisogna usare al meglio i fondi previsti dalle misure 5 e 6 del PNRR perché il disagio cresce nelle nostre città e bisogna pensare ai più fragili e ai nostri anziani. Un occhio particolare va ai Piani di zona 2021-22, chiederemo cosa è stato realizzato finora e cosa ancora si può programmare per intervenire concretamente e migliorare i servizi integrati in ambito sociale e socio sanitaria. A volte per mancanza di dialogo fra le istituzioni molte richieste soprattutto delle periferie restano inascoltate, noi vigileremo affinché verranno accolte”.

 Siamo dell’idea che data la situazione emergenziale che si vive nelle nostre realtà, è necessario puntare su un welfare innovative che dia soprattutto risposte a chi ha più bisogno di assistenza, ai più poveri e agli emarginati”. Altro punto cruciale sono le riforme terreno di battaglia delle confederazioni e delle federazioni a livello nazionale. “Bisogna rivedere il confine fra previdenza e assistenza, introdurre la pensione di garanzia per i giovani, maggiore flessibilità in uscita senza penalizzazione a partire da 62 anni di età o con 41 anni di contributie la revisione del calcolo delle pensioni di reversibilità”.

Fondamentale anche la riforma del fisco, perché bisogna adeguarle pensioni al costo della vita e tagliare le tasse con aliquote progressive”. E sul fronte regionale, spiega Zanotti “ci auguriamo che la nostra Federazione regionale possa riprendere al più presto il dialogo con il governo Schifani sulla programmazione delle risorse destinate alle politiche sociali nell’ambito del Tavolo permanente sulla salute che va riavviato e reso più concreto”.

Altro punto la legge sulla non autosufficienza, “uno strumento fondamentale per tante persone con disabilità che non ottengono i servizi adeguati”, aggiunge Zanotti. Partire dunque dalla riorganizzazione dei serviziosanitario è fondamentale. “Usare i fondi del Mes, e pensare a una sanità territoriale che risponda di più in termini di efficienza e qualità del servizio, sono le priorità, rispettando lo spirito del PNRR che punta a rafforzare strutturalmente i servizi sanitari e sociali di prossimità, per favorire lo sviluppo effettivo del modello dell’assistenza di comunità”.

Il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana ha evidenziato il ruolo svolto dalla Federazione dei Pensionati in questi ultimi anni, apprezzandone la qualità dell’azione sia sul versante organizzativo sia su quello relativo alla presenza sul territorio e nelle sedi Cisl. Siamo certi che con Zanotti, proseguiremo il buon lavoro intrapreso perché tanti sono gli obiettivi che ci siamo fissati e sui quali l’esperienza del gruppo dirigente Fnp è fondamentale. Serve un impegno aggiuntivo sulle politiche sociali e sanitarie con un focus sulla non autosufficienza, serve insomma guardare con maggiore attenzione ai bisogni delle persone nelle grandi città e nei piccoli comuni”.

A concludere i lavori Daniela Fumarola segretaria organizzativa nazionale Cisl e attualmente reggente Fnp Cisl nazionale: “Continueremo a incalzare il Governo nazionale, soprattutto sull’auspicata e promessa rivalutazione delle pensioni, e quindi la totale indicizzazione di tutte gli importi. Serve confrontarsi per questo punto e per un dibattito aperto su una riforma complessiva della previdenza, a partire dalla separazione tra assistenza e previdenza. Abbiamo lavorato come Cisl poi per l’innalzamento del cuneo fiscale, dell’importo dell’assegno unico e sul congedo parentale anche per i papà, stiamo cercando di dare risposte a tutte le categorie che soffrono di più, soprattutto per la crisi legata alla pandemia. Il nostro impegno forte è anche sul fronte della crescita del Paese, e quindi la questione dell’aumento del potere di acquisto di salari e pensioni e delle riforme che vanno avviate subito come, appunto, quella sulla Previdenza, il Fisco e sugli interventi non più rinviabili sul tema della non autosufficienza. Contiamo sui tavoli con il governo che si apriranno a partire dal 12 gennaio”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!