La terza edizione del presepe vivente ottocentesco napoletano di Santa Maria Capua Vetere FOTO




“Vorrei raffigurare dal vivo la scena del Natale e vedere con gli occhi del corpo la povertà in cui Gesù Bambino venne al mondo e come fu adagiato in una greppia e come vi giaceva tra il bove e l’asinello”.  Queste le parole di San Francesco d’Assisi alla concretizzazione di ciò.

1

Immagine 1 di 9

Su questo inno, su questa preghiera, la comunità francescana del convento Santa Maria delle Grazie, di Santa Maria Capua Vetere, è riuscita a dar vita, solo ed esclusivamente con le mani dei fedeli e dei frati, dove ogni singolo comunitario, insieme a tutti i gruppi parrocchiali, impegnandosi, è riuscito a riportare a pieno il tradizionale presepe ottocentesco napoletano.

Questa che è la terza edizione del presepe vivente, per codesta comunità, è stata svolta in tre date, quali: il 24 Dicembre alle ore 24:00, il 26 Dicembre alle ore 19:30 e si ripeterà il 6 Gennaio alle ore 19:30.

Una lettera di ringraziamento a tutta la comunità francescana di Santa Maria Capua Vetere, scritta da Mario Karol Patria.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!