Ente Parco delle Madonie: 250 mila euro dall’assessorato regionale Territorio e ambiente




Il Consiglio del Parco ha approvato l’assestamento
di bilancio incamerando la somma di 250 mila Euro che l’Assessorato al
Territorio e Ambiente ha assegnato all’Ente Parco delle Madonie quale
contributo straordinario.

Le somme saranno così ripartite: 50 mila Euro per acquisto o rinnovo di attrezzature utili alle
attività dell’Ente e creazione rete aziendale dedicata.

25 mila Euro per rinnovo abbigliamento del personale (soprattutto per
chi lavora in postazioni di front office e sportelli informativi).

20 mila Euro per incarichi per nuove progettualità o rinnovo,
aggiornamento e attualizzazione progetti già in possesso dell’Ente.
-15 mila Euro saranno destinati a Corsi di formazione (inglese e
comunicazione) per il personale dipendente.

100 mila Euro per nuovi studi e ricerche di carattere scientifico o
per aggiornamento o completamento di studi e piani già esistenti.
Investimenti per 40 mila Euro anche per le attività legate
all’appartenenza alla rete Global Geopark Unesco (es. allestimento e
sviluppo contenuti per attività museali immersive, ecc.).

Esprime soddisfazione il presidente dell’Ente Parco delle Madonie
Angelo Merlino: “Si conclude un altro anno ricco di attività, in cui
non ci si è risparmiati per cercare di far crescere sempre di più il
#brand Madonie. Un anno in cui l’Ente che ho l’onore di presiedere è
tornato a programmare investimenti, frutto di finanziamenti
straordinari come quest’ultimo concessoci dall’Assessorato Territorio
e Ambiente della Regione Siciliana, per cui mi corre l’obbligo di
ringraziare sia il neo Assessore Elena Pagana ma anche il suo
predecessore Toto Cordaro che quelle somme ha inserito in bilancio
nella scorsa manovra finanziaria dello scorso agosto.

Abbiamo lavorato tanto, di concerto con i Sindaci che compongono il Consiglio del
Parco, anche allo svincolo di somme presenti nel nostro bilancio, ma
che erano perenti per mancato utilizzo rispetto alla destinazione.
Queste somme, pari a 450 mila euro circa, serviranno per investimenti
che interesseranno i territori comunali, il rinnovo del parco mezzi
dell’ente, attraverso l’acquisto di mezzi più efficienti e con una
visione alla transizione ecologica.

Si investiranno risorse sui
territori comunali che fanno parte del Parco con rinnovo/integrazioni
di segnaletica nei sentieri, apertura di nuovi sentieri geologici
urbani (Sentiero della Giudecca di Cefalù), sistemazione del Museo
dell’Acqua di Scillato, nascerà il primo #Geoparkpoint ed il primo
museo immersivo dedicato alla geologia delle Madonie.

Insomma, risorse
pari a circa 600 mila euro che non sono tantissime rispetto ad altre
realtà (vedi Parchi Nazionali), ma che comunque, nella nostra visione,
potranno creare opportunità utili per attirare sempre più turisti
nelle nostre splendide località per farle vivere tutto l’anno”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!