Da Termini Imerese aiuti ai terremotati di Messina

A cura di Nando Cimino

Condividi questo articolo




La mattina del 28 dicembre 1908 Messina fu colpita da un tremendo terremoto che rase al suolo la città provocando migliaia di vittime. La notizia, diffusa dai giornali, venne immediatamente appresa anche a Termini Imerese dove il sindaco Cav. Avv. Sebastiano De Luca, convocò d’urgenza la Giunta Comunale della cui riunione, avvenuta il 29 dicembre 1908 vi propongo questo stralcio di verbale.

“….In seguito alla notizia dolorosissima appresa stamane per mezzo dei giornali dell’immane disastro sismico che ha trasformato in pochi minuti l’incantevole città del faro, la nobile e patriottica Messina, in un cumulo di rovine, Egli, interpretando i sentimenti dell’intera cittadinanza, ha disposto per la pubblicazione di un manifesto col quale si fa appello a tutte le anime generose di concorrere col proprio obolo a lenire la immensità di tanta sciagura…..Del pari che il primo esempio debba venire dal Comune e pertanto propone che voglia la Giunta deliberare coi poteri del Consiglio, un soccorso di lire 1.000, non senza mostrarsi dolente di non poter proporre una cifra maggiore per le disagiate condizioni in cui versa la finanza del comune…” (dgm21 pag.182 183)

Quindi anche in quella tragica occasione e nonostante le difficoltà economiche palesate, la nostra città si dimostrò pronta e solidale nel sostenere i fratelli siciliani bisognosi di aiuto.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!