Tra i personaggi che meritano di essere annotati nel diario della storia popolare di Termini Imerese, un posto lo merita sicuramente anche Mimmo Chiavetta. Il suo nome è in particolare legato al Natale ed al favoloso mondo dei presepi. Egli infatti, aiutato dai fratelli e dal cugino, fu il primo a realizzare nella nostra città, e probabilmente anche in tutta la Sicilia, il primo grande presepe meccanicamente animato e con effetti luminosi che scandivano il ciclo delle ore.

Mimmo era una persona geniale; e da materiali di scarto riusciva a creare cinghie, pulegge, assi in miniatura, che davano ai personaggi da lui stesso realizzati, movimenti naturali che neanche l’elettronica moderna riesce ad imitare. Quell’opera, inizialmente montata nel garage di casa, fu per la prima volta esposta al pubblico nella chiesa di Santa Caterina; era il 1976.

L’anno successivo con la creazione di nuove scene e di nuovi personaggi, si rese necessario uno spazio più adatto; e così fu la chiesa del Monte ad ospitare questa monumentale opera. Grande fu il successo di critica e di pubblico con visitatori provenienti da tutta la Sicilia. Insomma il presepe meccanico targato Chiavetta fece epoca; ed anche di recente, i pezzi esposti in vari mostre, hanno suscitato curiosità ed ammirazione.

Avrò anche io modo di parlarne nel corso della conversazione dal titolo “Viaggio intorno al mondo del Presepe” con la quale intratterrò i presenti venerdì 30 dicembre alle ore 17,00 presso la chiesa di Sant’Orsola, ed alla quale vi invito a partecipare. Intanto Buon Natale a tutti.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!