Calogero Marino, operatore turistico di San Nicola l’Arena, aveva lanciato qualche giorno fa, sulla sua bacheca un importante appello, preoccupato dalle gravi condizioni allarmanti causate alla diga foranea del porto turistico di San Nicola, sollecitando in tempi celeri l’attivazione della procedura per l’esecuzione dei lavori al fine di garantire sicurezza e scongiurando altri pericoli (clicca qui per vedere cosa è successo).

Ha risposto l’onorevole Ismaele La Vardera che si è recato sul posto.

Riportiamo l‘appello di Marino e di seguito, la risposta di La Vardera: “La mareggiata di ieri ha causato gravi danni alla diga foranea del Porto Turistico di San Nicola L’Arena fortunatamente , nonostante le condizioni meteo burrascose ha resistito, viceversa sarebbe stata una catastrofe. Da una prima analisi risulta che il fanale testata luce verde di accesso al porto è abbattuto e che i massi a protezione del porto hanno subito un notevole abbassamento. 

2

Immagine 1 di 4

Se si dovesse verificare un altro evento metereologico della stessa identità di ieri, la diga foranea potrebbe cedere e questo causerebbe una catastrofe per tutta la marineria, le imbarcazioni ormeggiate e le case in prossimità del porto.

A tal proposito esiste un progetto da anni all’assessorato alle infrastrutture, gia pronto per essere affidato e già finanziato, che prevede la messa in sicurezza della testata del molo della diga foranea.

Sollecitiamo che venga attivata il prima possibile la procedura per l’esecuzione dei lavori onde ripetersi tale pericolo, ci aspetta un inverno tempestoso con eventi calamitosi.

Ci rivolgiamo al Signor Presidente della Regione, all’Assessorato alle infrastrutture, al Commissario del Comune di Trabia e alla Protezione Civile affinché venga effettuato un sopralluogo e si possano avviare tutte le procedure a salvaguardia di come sopra premesso”.

Le parole dell’onorevole Ismaele La Vardera 

“Ho risposto all’appello di Calogero Marino operatore del porto turistico, preoccupato per la tenuta della diga foranea danneggiata dalle forti mareggiate causate dal maltempo dei giorni scorsi.  Se dovesse succedere di nuovo gli abitanti della zona, hanno paura che l’acqua possa arrivare alle loro abitazioni.  Ho già avviato tutte le interlocuzioni per chiedere la messa in sicurezza quel tratto di porto, bisogna intervenire prima che accada l’irreparabile”.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!